Breaking News
Home » Attualità » VIDEO- Il racconto dell’Associazione “Comunità Accogliente” di Mercogliano, al fianco degli “invisibili”

VIDEO- Il racconto dell’Associazione “Comunità Accogliente” di Mercogliano, al fianco degli “invisibili”

Nella Giornata Internazionale della Donna, 8 marzo, il racconto di donne che hanno vissuto il doloroso percorso della migrazione. A sostenerle l’Associazione “Comunità Accogliente”, nata da cittadini volontari per favorire l’integrazione sociale, al fianco degli “invisibili”

Lasciare la propria terra d’origine è come morire. Una morte simbolica, certo, ma che provoca il medesimo dolore, soprattutto quando la partenza non deriva da una scelta. comunità accogliente mercogliano donne Non si sceglie, infatti, volontariamente di recidere le proprie radici, di abbandonare gli affetti più cari, di cancellare la propria identità. Masse di uomini e donne, adulti e bambini, costretti a ricercare altrove quei diritti negati, quelle speranze infrante, quella possibilità di vivere. Marce di esseri umani, divisi tra il dolore e una nuova luce di speranza, che si muovono su rotte sconosciute e, spesso, idealizzate. Sono questo i migranti.

Si tratta di una realtà che si è lentamente manifestata sul nostro territorio, ma che forse ancora non abbiamo imparato a conoscere. Una pecca che, probabilmente, non deriva da un nostro difetto d’intelligenza nella percezione della realtà, ma piuttosto dai filtri che si impongono, con prepotenza, tra noi ed essa. Il filtro dei media, per esempio, o quello della politica, ma ancor di più il filtro della paura. Ogni società, infatti, per costruire la propria identità tende a credere di essere la migliore in assoluto, ogni cultura si ritiene superiore alle altre. È naturale, è umano, sicuramente; ma è giusto?!

Probabilmente sarebbe più corretto rispettare tutte le culture, senza cercare di confrontarle, di assegnargli una posizione nella scaletta del “mondo ideale”.  E la motivazione è semplice: l’essere umano è uno solo, cambia il contesto ma non la sua natura. Allora, partendo da questa idea, potremmo ritrovare l’umanità in ogni uomo, a prescindere dal colore della pelle, dal sesso, dal credo religioso e politico, dal luogo d’origine. Tutto ciò è accaduto, l’8 marzo, al Circolo della Stampa di Avellino.

comunità accogliente- letizia monaco
Letizia Monaco, portavoce di “Comunità Accogliente”

Nel contesto della Giornata Internazionale della Donna, infatti, è stata questa la location della manifestazione “Non una di meno”, per parlare di donne, diritti e dignità. Durante il dibattito, nello specifico, ha preso la parola Letizia Monaco, portavoce dell’Associazione “Comunità Accogliente” di Mercogliano. È così che il gremito pubblico è venuto a conoscenza di un’importante realtà che si muove sul nostro territorio da circa tre anni, allo scopo di aiutare i migranti nell‘integrazione sociale, a titolo volontario e gratuito. “Comunità Accogliente”, nel corso della mattinata, ha dato modo di conoscere la storia di alcune donne che hanno vissuto il percorso della migrazione. Blessing dalla Nigeria, Anna ed Emy dal Camerun, Rachel dall’Eritrea: cinque volti di donna, cinque storie di vita.

Nessuno, tra la platea, può non essersi sentito toccato dai loro racconti, affascinato e desideroso di conoscerle a fondo. Non per commiserazione, anzi, per empatia. Quando hanno preso la parola, infatti, è improvvisamente stata infranta quella barriera spessa e invisibile tra “l’io” e “l’altro”. Proprio alla demolizione delle barriere punta “Comunità Accogliente”, a un’integrazione sana, dove il concetto di “diversità” lasci lo spazio a quello di “ricchezza”.

(Qui il link alla pagina online dell’Associazione “Comunità Accogliente”).

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Selene Fioretti

Selene Fioretti
Laureanda in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. La passione per la lettura e la scrittura sono la sua base. Crede fortemente nella libertà di espressione e nella necessità di critica. Sogna, dunque, un futuro nel campo della comunicazione.

Check Also

Campania Stories 2017, l’Irpinia del vino a Napoli

Campania Stories 2017, l’Irpinia del vino a Napoli: Mercoledì 29 Marzo – Lunedì 3 Aprile …