Breaking News
Home » Attualità » Autismo: la consapevolezza oltre il 2 aprile
autismo

Autismo: la consapevolezza oltre il 2 aprile

Domani sarà la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, istituita dall’ONU, e molte sono le iniziative programmate per informare e sensibilizzare su un disturbo molto diffuso ed ancora poco conosciuto

La giornata del 2 aprile è stata scelta dalle Nazioni Unite per consapevolizzare sull’autismo e permettere alle persone che vi convivono ed alle loro famiglie di avere una buona qualità di vita, la parità di diritti anche sociali e la piena integrazione. Obiettivi ambiziosi, ma tutto sommato essenziali per qualsiasi individuo. autismo

Per l’occasione si organizzano anche in Italia molte iniziative, non tutte – in verità – pertinenti (il gelato blu sa tanto di trovata di marketing, piuttosto che di iniziativa a sfondo sociale) e soprattutto nelle scuole si approfitta dell’evento per raccontare ai bambini ed ai ragazzi un disturbo ancora poco conosciuto e che può avere le caratteristiche più diverse da soggetto a soggetto. Anche ad Avellino sarà allestito un gazebo informativo dalla associazione Pianeta Autismo, ad Ariano ben due giornate saranno dedicate al tema con convegni e laboratori e non mancherà in quel di Napoli la parata istituzione con De Luca a mostrare sensibilità e attenzione verso l’autismo.

Come accade, però, anche per l’8 marzo c’è chi non ama avere una giornata dedicata. Contrari sono, in particolare, i genitori di bambini e ragazzi autistici, che sono costretti a fare i conti in primo luogo con una burocrazia lenta e paradossale (le famiglie devono dimostrare che i loro figli non sono autosufficienti e che, purtroppo, non possono guarire dopo la diagnosi), ma anche con una società che non esita a mettere un palloncino blu sul balcone il 2 aprile e ad illuminare di blu i monumenti della città, dimenticandosi però spesso delle piccole cose che potrebbero contribuire all’inclusione ed all’accettazione degli autistici nella vita quotidiana. autismo

Personalmente, ritengo che i simboli che imperverseranno nella giornata di domani possano essere il pretesto per diffondere delle informazioni. Spesso mi sento chiedere come si riconosce un bambino autistico e come mai alcuni saltellano, altri non parlano, altri ancora non amano il contatto fisico. Inutile soffermarmi sul perché conosca le risposte (basterebbe per tutti solo un po di curiosità), quello che veramente può essere utile è fare informazione (molti genitori hanno bisogno di sapere che se il proprio bambino manifesta dei sintomi, una diagnosi non segnerà per loro la fine di una vita serena) e, ancor di più, creare dei momenti di incontro e confronto che tolgano dall’isolamento le famiglie.

E allora ben venga che domani tutti facciano sapere che sono “consapevoli” rispetto all’autismo, ma quel che conta è che dal 3 aprile ognuno di noi si faccia carico dell’impegno sociale di includere i bambini autistici e di garantire loro pari opportunità a scuola e nella vita di tutti i giorni.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Giuseppina Volpe

Giuseppina Volpe
Laureata in Giurisprudenza alla "Federico II" di Napoli, è un avvocato civilista dal 2004 ed ha il suo studio a Montella (Av). È sposata ed ha un figlio di otto anni, Samuel!

Check Also

Avellino, Vallo di Lauro, Marzano di Nola, Ariano Irpino

Ariano Irpino, perseguita l’ex compagna: denunciato imprenditore

La Polizia ha denunciato un 50enne di Ariano Irpino, noto imprenditore, per violazione della privacy, …