Breaking News
Home » Attualità » Sisma bonus ed efficientamento energetico
Sisma bonus ed efficientamento energetico

Sisma bonus ed efficientamento energetico

Il Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa Alta Irpinia promuove il convegno:  Sisma bonus ed efficientamento energetico. L’appuntamento è per venerdì 7 luglio 2017 alle ore 15.30 presso la sala conferenze dell’Acca Software di Bagnoli Irpino

Il Sisma bonus 2017 è una agevolazione inserita nel testo della Legge di Bilancio 2017 che prevede la possibilità di fruire di un’importante detrazione fiscale sugli interventi di adeguamento sismico delle case, degli immobili delle attività produttive e dei condomini.

In base alla legge di Stabilità 2017 sono previste, infatti, le seguenti novità:

1) Bonus terremoto 2017: a partire dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017, le spese sostenute per l’adeguamento antisismico degli edifici ricadenti nelle zone 1 e 2, altissima e alta pericolosità sismica, è prevista una detrazione pari al 50% delle spese per un soglia massima di spesa di 96 mila euro da suddividere in 5 quote annuali di pari importo a partire dall’anno in cui si sono sostenute le spese.

2) Nuovo Sisma bonus 2017: a partire dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, le famiglie e le imprese, che effettuano interventi di riduzione di rischio sismico di immobili ricadenti nelle zone 1, 2 e 3, di cui all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003, pubblicata nel supplemento ordinario n. 72 alla Gazzetta Ufficiale n. 105 dell’8 maggio 2003, tali da determinare il passaggio ad una classe inferiore di rischio terremoto, la detrazione anziché essere del 50%, spetta al 70%.

Se i lavori determinato la riduzione di 2 classi di rischio, la detrazione, invece, è pari all’80%.

3) Sisma bonus condomini 2017: dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021, per gli interventi di riduzione rischio sismico effettuati sulle parti comuni dei condomini e intero edificio, che portano il passaggio ad una classe inferiore spetta una detrazione del 75%, due classi 85%, per un limite massimo di 96.000 euro.

Cianciulli (Acca Software): “L’interconnessione delle conoscenze è il presupposto per guidare il sistema Paese: dal confronto di Bagnoli il rilancio dell’economia locale e la ripresa del comparto edilizio. Il “Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa Alta Irpinia”, promuove un nuovo convegno formativo sul tema Sisma bonus ed efficientamento energetico: gli aspetti tecnici giuridici ed economici dei nuovi incentivi nazionali e regionali finalizzati allo sviluppo dell’edilizia e del recupero del patrimonio storico immobiliare”.

Sisma bonus ed efficientamento energeticoL’appuntamento è previsto per venerdì 7 luglio 2017 alle ore 15.30 presso la sala conferenze dell’Acca Software di Bagnoli Irpino.

L’associazione promuove una tavola rotonda con la partecipazione di cinque ordini professionali, ovvero degli architetti, degli avvocati, commercialisti, ingegneri e geometri della provincia di Avellino (si ricorda che sono concessi crediti formativi ai rispettivi iscritti- precisando che per gli ingegneri l’attestato di partecipazione varrà ai soli fini dell’autocertificazione dei Crediti Formativi Professionali annuali), Confindustria, il mondo professionale locale, l’Agenzia Regionale delle Entrate, e la Regione Campania nelle massime espressioni dell’esecutivo e del consiglio, il vice presidente On. Fulvio Bonavitacola, e la presidente del consiglio On. Rosetta D’Amelio.

Conferma il patrocinato anche il Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria. Coordinerà il lavori, uno dei padri fondatori di Acca Software, l’ingegnere Antonio Cianciulli, che avrà l’onere di introdurre un tematica di grande interesse non solo per le aziende ma anche per i privati: approfondire gli aspetti tecnici, giuridici ed economici dei nuovi incentivi nazionali e regionali finalizzati allo sviluppo dell’edilizia, quindi all’adeguamento sismico, al l recupero del patrimonio storico immobiliare, nonché sull’efficientamento energetico delle imprese.

Dopo i saluti istituzionali della Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, sono stati invitati a relazionare Filippo De Rossi, Rettore dell’Università del Sannio; Giuseppe Saporito, della Direzione di Avellino dell’Agenzia delle Entrate; Rosario Maglio, del Centro Studi Giuridici ed Economici per l’Impresa Alta Irpinia; Fabio Della Sala, Acca Software S.p.A.; l’Architetto Angelo Verderosa, della Fondazione Italiana per la Bioarchitettura; Massimo Iapicca,  Presidente  Sezione Calcestruzzi e Materiali da Costruzione  Confindustria Avellino. Concluderà l’On.Fulvio Bonavitacola, Vice Presidente Regione Campania.

In particolare, si parlerà di miglioramento ed adeguamento strutturale, efficientamento energetico, recupero architettonico, benefici fiscali e strumenti operativi per il sismabonus. Saranno illustrati i provvedimenti varati dal Governo centrale prima, e dalla giunta regionale poi.

Tali provvedimenti vanno riguardati ed approfonditi sotto diversi profili:

Tecnici: essendo state emanate con D.M. n. 58 del 27.02.2017 e 65 del 07.03.2017 le linee guida per la classificazione del rischio sismico per le costruzioni;

Giuridici: per le importanti implicazioni sia civilistiche che tributarie connessi alla loro applicazione, basti pensare agli interventi nei condomini, ai concetti di ristrutturazione, all’applicazione del credito di imposta, alla sua cedibilità;

Economici: fondamentale l’esame delle ricadute economiche conseguenti ai forti incentivi previsti per l’attuazione degli interventi edili, sia in termini di sollecitazione della domanda alle imprese delle costruzioni, nonché dell’intero sistema produttivo che dovrebbe essere accompagnato da un’adeguata politica creditizia.

“Il convegno sta riscuotendo un notevole successo fra professionisti e tecnici di tutta la provincia”  – ha annunciato il segretario del Centro Studi Vincenzo Di Benedetto –“La grande attualità della tematica proposta è tesa a risollevare tutto il comparto dell’edilizia, e quindi dell’economia. In particolare, sarà rilevante la presenza dell’Agenzia delle Entrate- fra gli altri- chiamata a sciogliere i dubbi emersi in fase applicativa della norma. La novità assoluta sta nel fatto che il Sisma bonus potrà essere ceduto a terzi (come le banche) qualora il destinatario si riveli incapiente”.

“Si tratta di un convegno così fortemente tematico che diventa anche l’occasione per fare una sintesi sui recuperi e restauri realizzati in Irpinia negli ultimi anni, connotati da adeguamenti sismici e dal contenimento dei consumi energetici” – ha spiegato l’architetto Angelo Verderosa, della Fondazione Italiana per la Bioarchitettura – “La mia relazione sarà corredata da immagini fotografiche, video e documenti che testimoniano delle buone prassi di un ‘cantiere pilota’ in un borgo dell’Alta Irpinia, volto al recupero architettonico del patrimonio storico, che ha conseguito la classificazione normativa sia nella difesa antisismica che e a livello energetico”.

“L’iniziativa promossa dal Centro Studi ci ha interessato per l’interoperabilità fra le diverse professioni, e si candida a introdurre un nuovo metodo per la futura crescita del dialogo fra diverse professionalità e quindi del Paese”ha argomentato Antonio Cianciulli, leader di Acca Software e presidente della sezione Informatica di Confindustria Avellino.

“L’interconnessione delle conoscenze è la spinta necessaria alle innovazioni economiche e sociali, e noi di Acca Software rappresentiamo l’interazione corretta con il mondo della conoscenza: l’informatica è lo strumento necessario per trasferire conoscenze alla portata di tutti, e c’è una corrispondenza di base fra le associazioni di professioni e l’azienda. Nello specifico del sisma bonus, il calcolo strutturale risiede nel nostro Dna aziendale, basti pensare che il nostro software è stato il primo in Italia ad ottenere la certificazione energetica degli edifici, e nel 2004 siamo stati i primi ad avere prodotto un software per le costruzioni antisismiche. La tematica affrontata in occasione del convegno è vicinissima al nostro modo di produrre ed è compatibile con le attività dei nostri centri di ricerca.

Da quest’anno, inoltre, con l’apertura della nuova sede di Bagnoli, abbiamo concepito la sala conferenze proprio per aprirsi al territorio e ospitare iniziative importanti per la crescita dell’Irpinia e dell’intera regione. Per l’occasione è prevista anche la disponibilità tecnica, per creare una compagine di relatori tali da garantire una più ampia complessità di visione sulla tematica. Non è un caso infatti, che ad argomentare di riqualificazione energetica e piano normativo sia proprio il Rettore dell’Università del Sannio Filippo De Rossi, ex Energy Manager della Regione Campania.

L’obiettivo di fondo- nostro e del Centro Studi- è senza dubbio quello di veicolare concetti forti, a partire dalla riqualificazione dell’edilizia esistente, ma anche la qualità, l’efficientamento energetico e la sicurezza antisismica che rappresentano il rilancio dell’economia locale e nazionale; senza contrare le misure di contrasto all’inquinamento con gli eco-bonus.

L’edilizia è un comparto strettamente legato agli incentivi, che dal 2007 ha perso 600mila posti di lavoro. Le misure di riqualificazione e gli eco-bonus hanno messo in moto 28miliardi di euro, un numero peraltro in aumento del 12 per cento. La riqualificazione edilizia inoltre, porta ad una maggiorazione del valore dell’immobile venduto, che si traduce con un ottimo investimento per famiglie e imprese dell’intero sistema Paese. Se ristrutturate, tutte le abitazioni in vendita nel 2016 avrebbero un valore di mercato pari a 20 miliardi: si tratta di un investimento per i privati che consentirebbe di arricchire il patrimonio italiano, con conseguente miglioramento della spesa energetica e una riqualificazione ambientale.

Gli incentivi fiscali sulla sicurezza antisismica e gli eco- bonus sono ancora troppo poco conosciuti, ed è per questo che intendiamo fare la nostra parte e richiamare tutti gli stakeholders affinchè si facciano portavoce presso le famiglie.

L’ampio raggio di competenze professionali ci consentirà infine di argomentare su come usufruire degli aspetti fiscali, la cedibilità del credito e la tematica degli incapienti, su cui la Legge di Bilancio ha trovato soluzioni. Ci saranno interventi tecnici sul calcolo, con esempi di riqualificazione sismica ed energetica, e riqualificazione immobiliare. Infine, ci sarà il mondo economico e politico, con Confindustria e Bonavitacola che ci parleranno di prospettive future”.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Rossella Della Vecchia

Rossella Della Vecchia
Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrivo di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collaboro anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 curo un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).

Check Also

vito lepore

Vito Lepore: i lupi battono l’Hapoel e volano in finale

La Scandone si presenta al PaladelMauro con una vittoria che vale la finale del XXV  …