Benevento ed Avellino sono pronti a darsi battaglia

0
Avellino, Benevento, Serie B

Nel primo dei tre posticipi di lunedì, alle ore 12.30, al Ciro Vigorito va di scena il derby tra Benevento ed Avellino, mai una partita come le altre

Un consiglio ai tifosi di Avellino e Benevento: non mangiate molto lunedì a pranzo perché rischiate che vi resti tutto sullo stomaco, non per il pranzo troppo pesante, ma perché Avellino e Benevento scendono in campo ed una sconfitta potrebbe essere mal digerita. Eccoci dunque, dopo un girone esatto, al match di ritorno tra Avellino e Benevento, pronti a darsi battaglia al Ciro Vigorito nell’incontro che si disputerà alle 12.30, in quanto primo dei tre posticipi della 18° di campionato.

BENEVENTO – La stagione non si è ancora conclusa, potrebbe eventualmente prolungarsi, ma possiamo

Avellino, Benevento, Baroni
Marco Baroni, attuale allenatore del Benevento

dire senz’ombra di dubbio che è stata una grandissima stagione per la squadra del presidente Oreste Vigorito. Nessuno si sarebbe aspettato un rendimento del genere da una neopromossa eppure i giallorossi, assieme alla SPAL, sono la vera e propria sorpresa del campionato. Un girone e mezzo da paura per i ragazzi di Marco Baroni, che adesso però vivono un momento di vistoso calo dal punto di vista fisico e probabilmente anche nervoso: ecco perché vincere il derby con l’Avellino è l’ideale per riprendersi, per provare ad allungare la stagione di un mesetto, per provare ad inseguire il sogno della promozione, cullato per mesi.

AVELLINOSorprendente e deludente, questo è stato l’Avellino negli ultimi cinque mesi. Capaci di intrattenere due serie positive di nove e cinque risultati utili, ma anche di mettere in campo prestazioni da quattro in pagella: per l’Avellino, non ancora sicuro della salvezza, la partita con il Benevento rappresenta una ghiotta occasione per cercare di mettere in cassaforte una salvezza conquistata col coltello tra i denti, una salvezza che appena un girone fa nessuno avrebbe immaginato possibile, dall’alto della penultima posizione in classifica. Farlo nel derby avrebbe tutto un altro sapore.

PRECEDENTI – In gioco c’è anche la supremazia di una squadra sull’altra, dato che i cinque precedenti tra Avellino e Benevento, ci raccontano di un equilibrio assolutamente perfetto. Una vittoria a testa, entrambe in Lega Pro, nella stagione 2012/2013 e ben tre pareggi. Proprio un pareggio è stato il risultato dell’andata, un 1-1 che non ha fatto felice nessuno, ma che in fin dei conti è stato più che giusto. Un Avellino arrembante, rivitalizzato da mister Novellino, si porta in vantaggio al 7’ del primo tempo con una gran conclusione dalla distanza di Daniele Verde, giocando ordinatamente in tutta la prima frazione: uno spettacolo che in quel di Contrada Zoccolari mai si era visto in stagione. Nella ripresa, scende in campo un Benevento, che con la sua grande cattiveria agonistica, riesce ad acciuffare il pareggio al minuto 82’ con un colpo di testa di Karamoko Cissé, al secondo gol stagionale.

Un pareggio che non soddisfa appieno nessuna delle due squadre, un pareggio che oltre alla divisione della posta in palio sembra essere infruttuoso. Avellino e Benevento si affrontano nuovamente e c’è un detto che non solo fa da chiusa alla nostra analisi, ma presenta la gara al meglio: altro giro, altra corsa.