“Castagna, Musica dei Boschi”: conferenza stampa di presentazione

0

A Montella (Av) la 35a Sagra della Castagna si arricchisce con la rassegna “CASTAGNA, MUSICA DEI BOSCHI” firmata dalla locale Amministrazione Comunale in collaborazione con la Fondazione Carlo Gesualdo e l’Associazione Culturale Sinestesie

Da ottobre a dicembre, un fitto calendario di appuntamenti per ogni età e interesse: la proposta di un inedito racconto dell’Irpinia che si concluderà a Gesualdo (Av). Prevista anche la seconda edizione del premio CASTAGNA D’ORO. A donare l’onnipresente verde all’Irpinia, uno dei polmoni naturalistici più vasti del Bel Paese, da secoli ci sono i boschi di castagni: una presenza che ha profondamente influenzato la dimensione paesaggistica, storica, sociale ed economica di quest’angolo del Mezzogiorno. In questo incantevole posto dell’Appennino campano, nella cornice del Parco Naturale Regionale dei Monti Picentini, c’è Montella, la cittadina di ben cinque Medaglie al Valore, nota anche come la patria della castagna dove ogni novembre viene celebrata con la consueta, e attesissima, Sagra della Castagna della varietà “Palummina”, dal 1996 tutelata dal marchio IGP. Giunta alla 35a edizione, quest’anno la manifestazione si arricchisce con la rassegna Castagna, musica dei boschi.

Irpinia – Monti Picentini: castanicoltura Foto di Carlos Solito 

Organizzata dalla locale Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’attivissima Fondazione Carlo Gesualdo – da anni impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale irpino – e l’Associazione Culturale Sinestesie, il calendario è fitto di numerosi appuntamenti per ogni età e interesse. Tra settembre e novembre il centro storico di Montella, adagiato nell’alta valle del Calore, sintetizzerà quanto di più magico e suggestivo può offrire quest’angolo d’Irpinia. Un percorso festivaliero che valorizzerà il genius loci dei luoghi attraverso approfondimenti culturali, reading letterari, concerti di musica classica, live canori, spettacoli teatrali, escursioni naturalistiche e storicoartistiche, passerelle sull’originalissimo “plugs carpet”, momenti kids, incontri e seminari sulle prospettive di crescita del territorio. L’obiettivo della rassegna, sostenuta dalla legge Regionale n. 18/2014 “Organizzazione del Sistema Turistico in Campania”, è quello di operare in una logica sinergica tra pubblico e privato per divulgare e valorizzare il patrimonio culturale seguendo le linee guida del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 attraverso un evento promozionale che convogli flussi turistici mirati, divenendo uno strumento fondamentale per realizzare efficaci azioni di marketing finalizzate al riposizionamento del “prodotto Campania” sul mercato italiano ed estero. Un grande riflettore che, inconsiderazione della strategia nazionale per le aree interne, a dispetto della perifericità geografica delle stesse, mira allo sviluppo e alla crescita locali, con ricadute sui territori e sul senso di appartenenza per una maggiore credibilità sul panorama nazionale per qualità degli eventi culturali e i servizi resi.

Irpinia – Monti Picentini – Campania Foto di Carlos Solito 

 

Tutto ciò è fortemente considerato dal programma che da fine settembre a dicembre 2017, iniziando a Montella e chiudendo a Gesualdo, “porterà in scena” un’intensa attività a vocazione culturale e sociale al fine di sollecitare interesse, scoperta, partecipazione, valorizzazione e promozione del “prodotto Irpinia”. L’esordio di Castagna, musica dei boschi avverrà il prossimo 30 settembre nel convento di San Francesco a Folloni con un focus dell’Associazione Culturale Sinestesie sul pensiero meridionalistico di Francesco De Sanctis con l’illustre intervento del Prof. Toni Iermano dell’Università di Cassino e del Lazio meridionale nonché presidente del comitato nazionale per le celebrazioni del bicentenario della nascita dell’intellettuale e politico del XIX secolo.  A chiudere la giornata, sempre nella cornice del convento francescano, il concerto del Quintetto d’archi di professori del Teatro di San Carlo di Napoli targato dal tocco sopraffino, di consueta eleganza, della Fondazione Carlo Gesualdo.

La rassegna sarà presentata con una conferenza stampa mercoledì 27 settembre c.a.,  alle ore 18:00, presso il Circolo della Stampa di Avellino, conferenza moderata dal giornalista Pierluigi Melillo, interverranno nell’ordine: Rosetta D’Amelio (Presidente del Consiglio Regionale della Campania), Corrado Matera (Assessore Sviluppo e Promozione del Turismo Regione Campania), Ferruccio Capone (Sindaco di Montella), Edgardo Pesiri (Presidente Fondazione Carlo Gesualdo), Carlo Santoli (Accademico e Presidente Associazione Culturale Sinestesie). A seguire un reading letterario di Giorgio Consoli e la presentazione dello spot video Castagna, musica dei boschi del fotoreporter e regista Carlos Solito.