Breaking News
Home » Cronaca » Luca Abete al pronto soccorso: aggredito mentre girava un servizio a Caserta

Luca Abete al pronto soccorso: aggredito mentre girava un servizio a Caserta

Paura per Luca Abete e la sua troupe. L’inviato di “Striscia” ha subito un’aggressione mentre stava realizzando un servizio per denunciare la vendita di merci illegali a Caserta

Nella scorsa serata, il noto reporter  di “Striscia la Notizia”, Luca Abete, ha postato sulla sua pagina Facebook una foto che ha fatto immediatamente scalpore. luca abeteSi tratta di un’immagine che lo ritraeva sul lettino di un pronto soccorso, il viso evidentemente sofferente, corredata da questa didascalia: “Un gruppo di extracomunitari ha aggredito me e il mio staff con pugni, calci e bastoni durante la registrazione di un servizio. Attrezzature distrutte, dolori dappertutto, ma poteva andarci peggio.Voglio dire GRAZIE alle persone che intervenendo ci hanno salvato la vita!”.

Ancora una volta, dunque, il giornalista irpino è stato vittima di violenza fisica. Il pubblico ricorderà sicuramente  l’ultimo episodio analogo, quello che soltanto nello scorso ottobre aveva dato vita al “caso Abete” (leggi qui), suscitando sentimenti contrastanti – dall’ indignazione alla giustificazione- nel “popolo di Striscia”.

Il motivo dell’aggressione 

Questa volta cambia totalmente lo scenario: Luca, infatti, insieme alla sua troupe si trovava a Caserta, in piazza Pitesti, per girare un servizio su alcuni immigrati abusivi che, in quella zona, sono soliti vendere merce contraffatta. L’argomento era già stato toccato dall’inviato di Striscia che,  nello scorso dicembre, aveva mandato in onda un pezzo su Canale 5.  Tuttavia, il ritorno di Abete a Caserta questa volta non è passato inosservato. I protagonisti delle vendite illegali, difatti, hanno attaccato il reporter e la sua troupe, danneggiando le telecamere a bastonate. Grazie all’aiuto di alcune persone presenti sul posto, Abete e i suoi hanno cercato riparo all’interno di un bar vicino. Ma ciò non è servito: gli aggressori li hanno raggiunti e braccati, scaraventando il giornalista a terra e prendendolo a calci. Solo l’intervento della Polizia ha evitato il peggio, permettendo ai soccorsi del 118 di trasferire le vittime dell’aggressione al più vicino ospedale.

Come lo stesso reporter di Striscia ha affermato, l’aggressione lo ha fisicamente debilitato; mentre uno dei suoi cameraman ha riportato dei lividi e una lesione del legamento della mano. Entrambi, comunque, ci tengono a sottolineare la gratitudine verso quei presenti che sono intervenuti in loro aiuto e, naturalmente, verso le Forze dell’Ordine. Sono questi i “rischi del mestiere”, il coraggio che è chiamato a dimostrare chi intende fare del giornalismo una missione sociale.  

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Selene Fioretti

Selene Fioretti
Laureanda in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. La passione per la lettura e la scrittura sono la sua base. Crede fortemente nella libertà di espressione e nella necessità di critica. Sogna, dunque, un futuro nel campo della comunicazione.

Check Also

CONAPO

CONAPO Avellino: no alle disparità di categoria

Stamane i Vigili del fuoco del sindacato autonomo CONAPO di Avellino in Prefettura per rivendicare …