Salvatore Pignataro e la parabola della democrazia italiana

0
Salvatore Pignataro e la parabola della democrazia italiana

Al via la rassegna culturale “Un libro al Centro”: domani pomeriggio, presso la sala convegni di Villa Amendola, verrà presentato il saggio dell’irpino Salvatore Pignataro“La parabola della democrazia italiana. Dalla rappresentanza alla rappresentazione”

Domani, venerdì 3 marzo alle 17.00, presso la sala convegni di Villa Amendola (in via dei Deu Principati, 202), verrà presentato il saggio dell’irpino Salvatore Pignataro“La parabola della democrazia italiana. Dalla rappresentanza alla rappresentazione”

Salvatore Pignataro e la parabola della democrazia italianaIl volume, scritto a seguito del corso di Alti Studi Politici dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, analizza lo stato di salute della democrazia italiana, a partire dal tasso di credibilità che i cittadini nutrono nelle istituzioni della democrazia rappresentativa.

Salvatore Pignataro, giornalista di Guardia Lombardi, nell’analisi da lui fatta, verte sulla constatazione: dello svuotamento del ruolo dei Parlamenti a favore degli esecutivi, quale tendenza già in atto da tempo e oggi solo radicalizzatasi; della centralizzazione leaderistica e personalistica dei poteri di governo, per la diffusione di ideologie presidenzialistiche, oltre che interna ai partiti; della deresponsabilizzazione degli eletti rispetto agli elettori, considerando che in Italia arriva si impongono presidenti del consiglio e candidati precostituititi, producendo di fatto la costituzione di un’ufficiale casta.

La prefazione è a cura di Giuseppe Acocella, docente di teoria generale del diritto presso l’Universita’ degli Studi Federico II di Napoli e vice direttore dell’Istituto di studi politici dell’Universita’ Pio X di Roma.

Promosso all’interno della rassegna culturale “Un libro al Centro”, patrocinata dall’Amministrazione provinciale di Avellino e dalla Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi Federico II di Napoli, la presentazione del saggio di Salvatore Pignataro vedrà il confronto sul tema, moderato dal giornalista Norberto Vitale, alla presenza dell’Assessore alle Politiche Culturali Bruno Gambardella, del professore Luigi Anzalone, del Vice direttore del TG 2 Andrea Covotta, del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Avellino Fabio Benigni, del dottore in Filosofia Giovanni Orefici.