Breaking News
Home » Eventi » Maggio dei Libri: il secondo appuntamento martedì presso la Biblioteca Statale di Montevergine
maggio dei libri, montevergine

Maggio dei Libri: il secondo appuntamento martedì presso la Biblioteca Statale di Montevergine

Il secondo appuntamento del Maggio dei Libri organizzato dalla Biblioteca di Montevergine è dedicato alla presentazione del volume “L’abadessa del Goleto Marina II e la sua famiglia” di Edoardo Spagnuolo

Martedì 16 maggio, alle ore 16,00, la Biblioteca Statale di Montevergine ospiterà il secondo appuntamento della settima edizione del Maggio dei Libri 2017, dedicato alla presentazione del volume “L’abadessa del Goleto Marina II e la sua famiglia” di Edoardo Spagnuolo.

Maggio dei Libri montevergine
Abbazia del Goleto – Sant’Angelo dei Lombardi

Il complesso del Goleto situato a Sant’Angelo dei Lombardi, come quello di Montevergine sorto nel 1114, sorge ad opera di Guglielmo da Vercelli nel 1133.

Per volontà del fondatore il vasto fabbricato primitivo fu destinato ad ospitare una comunità mista di monache e monaci dove l’autorità suprema era rappresentata dalla Badessa mentre ai monaci era affidato il servizio liturgico e la cura della parte amministrativa.

maggio dei libri montevergineDopo la distruzione dell’Abbazia da parte del sovrano di Napoli nel 1807, il monastero restò abbandonato fino al 1973 e gli appelli di alcuni per il recupero del venerato monumento risultarono vani. Così chiunque poté trafugare portali e pietre, i tetti e le mura crollarono, i rovi diventarono padroni incontrastati insieme ad animali di ogni tipo. Solo il casale dei contadini continuò la sua vita secolare. Nel 1973 però si stabilì tra i ruderi dell’abbazia P. Lucio Maria De Marino (1912-1992), un monaco benedettino proveniente da Montevergine, che riportò con tenacia l’attenzione sull’esigenza del recupero materiale e spirituale del Goleto. Con lui ebbero inizio i primi lavori di restauro che pian piano permisero il recupero funzionale del complesso monastico, restituendolo a nuova vita e allo splendore che oggi tutti possono ammirare.
Sotto la guida di celebri abbadesse, tra cui appunto Marina II, la comunità crebbe e diventò famosa per la santità delle monache e il monastero si arricchì di terreni e di opere d’arte.

Alla loro opera si devono alcuni dei monumenti più significativi del complesso monastico tra cui appunto la Cappella di San Luca, considerata il gioiello dell’abbazia, progettata ed iniziata ad opera della abadessa Marina II (1230-1250) ed edificata successivamente alla sua morte nel 1255, per accogliere un’insigne reliquia del santo evangelista.
Questa pubblicazione, dedicata all’ Abadessa Marina II, ha lo scopo di delineare l’ambiente di provenienza e le sue vicende personali nonché elementi sulla storia medievale del periodo sia pur circoscritta ad un determinato luogo e ad un particolare territorio.

 

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Maria Carmen Fumiento

Maria Carmen Fumiento
Laureata in Scienze della Comunicazione, possiedo esperienza pluriennale nella pubblica amministrazione con funzioni anche di addetto stampa, pubbliche relazioni, organizzazione eventi, progettazione ecc. Formazione professionale in Esperto in marketing territoriale con pratica di tirocinio. Operatore professionale d'infanzia. Come profonda convinzione: "Una corretta informazione è garanzia di un' equa accessibilità ai servizi per il cittadino".

Check Also

banzano

Montoro, la sagra di Banzano incorona Sua Maestà la Patata

Tutto pronto per la XVI edizione della Sagra della Patata Banzanese: da oggi fino a …