La giungla si è trasferita ad Avellino, Monteforte e Torelli

0

Il caldo di questi giorni ha risvegliato definitivamente i rettili e si sono registrati avvistamenti di serpenti in giro per le strade di Avellino, Monteforte e Torelli

Il caldo giugno 2017 rischia di passare agli annali come uno dei mesi nei quali si sono registrati più avvistamenti di rettili ad Avellino, Monteforte e Torelli di Mercogliano. Con l’arrivo dell’afa escono dal letargo invernale serpenti di vario tipo e in particolare vipere, è bene sapere però che è molto difficile che questi animali così inquietanti frequentino strade pulite, ben curate e vissute.

  Ad Avellino, giorni addietro, gli esasperati residenti di via Piave hanno segnalato ai mass media locali la presenza di zecche, topi e rettili, nell’incolta area antistante l’ex scuola Dante Alighieri. Stamattina, sul gruppo facebook “Non sei irpino se”, è stata postata la foto di un rettile di lunghezza notevole in prossimità della Chiesa San Nicola di Bari a Torelli di Mercogliano e la scorsa settimana, un abitante del luogo, mentre era alla guida dell’auto e percorreva via Piano Alvanella a Monteforte Irpino, si è imbattuto in una biscia d’acqua che attraversava la strada.

Tra i pericoli legati alla bella stagione vi è indubbiamente il rischio di fare spiacevoli incontri ma la maggior parte della colpa è sicuramente da attribuire al mancato taglio dell’erba alta che trasforma le vie dei paesi e delle città in una vera e propria giungla. Dove sono coloro che dovrebbero vigilare sui cittadini e garantire la necessaria e dovuta sicurezza?