Green prova invano a trascinare i suoi: le pagelle

0
rich fitipaldo

Marques Green prova nell’ultimo quarto a caricarsi la squadra sulle spalle ma invanamente: è lui il migliore

35 anni, di cui 6 ad Avellino. Classe e sapienza cestistica messa a disposizione della squadra che, però, stasera non lo ha assecondato. Green ci prova da solo a sistemare il match contro Venezia ma non ci riesce grazie alla straordinaria vena di Peric (23 pt). Bene anche Ejim e Haynes per i lagunari.

Ragland: 5.5
Non è la sua serata. Non è il solito Ragland trascinatore ed energico, sembra spento ma considerando le sue ultime settimane è ben comprensibile.

Green: 7.5
Il migliore dei suoi. Nell’ultimo quarto si carica letteralmente tutto il peso dell’attacco biancoverde, risollevandolo dall’oblio in cui era caduto. 35 anni ed è l’ultimo a mollare. Ormai un vero avellinese.

Leunen: 6
Si prende due tiri (uno da 2 e l’altro da 3 punti) facendo bottino pieno. In difesa sbaglia qualcosa ma tiene come può i suoi avversari.

Logan: 6.5
Mette a segno 17 punti pur non giocando benissimo. Nemmeno in difesa tiene come dovrebbe. Speriamo che lui, come molti altri, ricarichino le pile per il ritorno a casa.

Cusin: 6
Può, e deve, fare meglio. Spesso si addormenta sotto il canestro invece di provare a prendere il rimbalzo e nel momento in cui prova ad andarci, ci va troppo molle.

Randolph: 6.5
Non una prestazione negativa, per carità torna a casa con 11 punti (seppur messi nel finale quando Venezia ormai aveva tirato i remi in barca per risparmiare energia) e 5 rimbalzi ma niente che possa convincere coach Sacripanti magari a schierarlo nello Starting 5.

Joe Ragland non incide sul match di Gara2.

Fesenko: 6
Non è ancora al top della forma, gioca solo 16 minuti ma nemmeno in quelli riesce a far valere il suo fisico.

Thomas: 6
Chiude in doppia cifra ma i 5 palloni persi pesano come un macigno sull’economia del match. Con squadre come Venezia non ti puoi permettere il lusso di commettere ingenuità del genere.

Zerini: 5.5
Cancella quasi tutto ciò che di buono aveva fatto in Gara1.

Severini: 6
Nel finale dimostra a Sacripanti quanto possa essere utile in difesa. Segna anche il suo primo canestro in questi playoff.

Parlato: 6
Entra nei minuti finali come Severini, conquista 2 rimbalzi e mette una tripla.

Esposito: SV