Nel weekend fiamme e colonne di fumo a Montella

0
Nel weekend fiamme e colonne di fumo a Montella

Con il ritorno dell’afa incedono anche i roghi, che, fagocitati dal clima e dal vento che imperversa ormai in Alta Irpinia, rischiano di danneggiare non poco i terreni, le coltivazioni e soprattutto le aziende ed i privati che le gestiscono. Nel weekend fiamme e colonne di fumo anche a Montella

A Montella lo scorso sabato (8 luglio) si è sviluppato un incendio invasivo ma per fortuna non particolarmente distruttivo. Il primo rogo si è verificato in località Stratola, ricca di flora e di piccoli boschi.

Nel weekend fiamme e colonne di fumo a MontellaLe fiamme, propagatesi nel primo pomeriggio di sabato, sono avanzate per tutto il weekend, e nella serata di ieri si avvistava ancora indistintamente una colonna di fumo sollevarsi dai campi ormai arsi.

Alcuni terreni hanno visto bruciare solo il sottobosco, non si sa però se vi siano stati danni – soprattutto ai querceti floridi nella zona – e di quale portata. Si attende un resoconto  a tal riguardo. Il rischio è stato consistente anche per una limitrofa attività di ristorazione.

Poi nella giornata di ieri si è sviluppato un secondo rogo costeggiante la strada che da Montella si innesta nella ex strada statale 164 delle Croci di Acerno.

Non si conoscono ancora le cause ma non si esclude la natura dolosa. Anche se la possibile presenza di terreni incolti, con sterpaglie ed eventuale immondizia infiammabile, potrebbe aver generato un processo di autocombustione viste le elevate temperature e il clima secco.

Cresce anche l’amarezza di alcuni cittadini che si interrogano in modo prosastico sul perché dei terreni incolti e quindi incustoditi, della non curanza dei proprietari che per legge dovrebbero provvedere a pulire e circoscrivere il secco con apposita fresatura.

In vigore anche l’ordinanza concernente la Polizia Municipale, atta a vigilare, anche in borghese, lungo le strade a rischio: ma il problema a quanto pare non è stato arginato ed è sempre in agguato!