“Oltre i Sentieri”: a Venticano cultura e teatro in omaggio al Ponte Appiano

0
venticano

Oggi, venerdì 15 settembre, a Venticano sono in programma due eventi – la presentazione di un libro e uno spettacolo teatrale – nell’ambito di “Oltre i Sentieri”, festival di promozione storica e culturale del Ponte Appiano

Continuano gli appuntamenti con “Oltre i Sentieri: raggio di luna su Ponte Appiano“, festival multidisciplinare itinerante giunto alla seconda edizione che coinvolge i Comuni di Calvi, San Giorgio del Sannio, Ceppaloni, Apollosa e Venticano nell’intento di valorizzare e mantenere viva l’attenzione sul Ponte Appiano, meglio noto come “Ponte Rotto“.

La storia

Il ponte, realizzato in laterizio e risalente all’età traianea (98-117 d.C.), era un’infrastruttura della Via Appia, la Regina Viarum, la più antica strada consolare romana che congiungeva Roma con Brindisi. Esso era lungo 142 metri raggiungendo un’altezza massima di 13 metri; veniva retto da tre piloni centrali costruiti nell’acqua più altri quattro, due per lato, edificati sul terreno per una maggiore stabilità dell’impianto.

Il progetto

I comuni che hanno aderito al progetto condividono parte del tratto sannitico-irpiventicanono della Via Appia e la loro volontà è quella di cooperare nell’esecuzione di urgenti lavori di recupero e di restauro del ponte, ridotto purtroppo a rudere a causa degli agenti atmosferici e dell’inciviltà dell’uomo, per scongiurare la sua completa distruzione.

Dopo il concerto dei Sancto Ianne che si sono esibiti ad Apollosa lo scorso 9 settembre, la manifestazione “Oltre i sentieri” nella giornata odierna fa tappa, con due importanti appuntamenti, a Venticano, paese irpino nel cui territorio comunale ricadono le vestigia dell’antico Ponte Appiano.

Si inizia alle ore 19.00, nella sala consiliare del Municipio venticanese, con la presentazione del libro “Le Vie della Neve nel Regno di Napoli“, di Antonio Guerriero, in cui si parla delle vie di comunicazione e di collegamento al sud, a partire dal 1500, intese come fattori imprescindibili di crescita e di sviluppo di un territorio.

A seguire, alle ore 21.00, ci si sposterà presso il teatro comunale dove si potrà assistere alla rappresentazione “Processo alla strega di Ponte Rotto“: si tratta di un’opera ambientata nel XVII secolo, molto coinvolgente e ricca di pathos, che richiederà la partecipazione di trenta attori oltre alla presenza di un ensemble musicale che eseguirà dal vivo musiche rinascimentali e barocche.