Breaking News
Home » Cultura » Silicio nero. La trappola virtuale, in esclusiva il nuovo film di Giuseppe Falagario
Giuseppe Falagario

Silicio nero. La trappola virtuale, in esclusiva il nuovo film di Giuseppe Falagario

In esclusiva per Avellino.zon, la presentazione del nuovo film scritto e diretto dal regista Giuseppe Falagario. Il film verrà proiettato anche ad Avellino

Silicio nero. La trappola virtuale è il nuovo lavoro del regista Giuseppe Falagario, la cui uscita è prevista per settembre 2017. In occasione della presentazione presso la Chiesa del Rosario ( Av) di Bullo? No,grazie!, il regista ha rilasciato, in esclusiva, una dichiarazione sul suo nuovo film, che vestirà i panni dell’attualità. Il silicio è l’elemento chimico della tavola periodica degli elementi che ha come simbolo Si con valenza 2,4,6 e come numero atomico 14.  Pirateria informatica, che racchiude le varie attività di natura illecita perpetrate tramite l’utilizzo di strumenti informatici,  accessi non autorizzati a dati riservati, la loro modifica per ottenere vantaggi illeciti;  la copia di software o altro materiale digitale senza rispettare il diritto d’autore, privacy, debolezze umane e social network, sono solo parte degli ingredienti che hanno dato vita a questo nuovo progetto.

Dal colore grigio scuro con riflessi bluastri, il silicio ha dato vita alla rivoluzione della nostra produzione e della nostra era tecnologica. In realtà questa Rivoluzione che sta investendo tutti sta creando l’Involuzione. Per il titolo Silicio nero. La trappola virtuale sono partito proprio da questo elemento, perché parto sempre dagli elementi. A furia di costruire le cose ho imparato anche a smontarle. E smontando sono arrivato al concept, il silicio, come la grafite, che spesso cito in Francesco esempio di vita, o come una frase che cito molto spesso: Siamo come semi al vento, con compiti precisi ed oculati.

Il produttore già nel 2005 aveva scritto, diretto e prodotto Black Ice – Pirati nella rete, anticipando di dodici anni rispetto ad oggi notizie dei giorni nostri.

Blocchi delle grandi rete da parte di hacker, continua il regista – da

Giuseppe Falagario
Silicio

parte di piccoli delinquenti che spesso hanno scoperto esser dei ragazzini. Nascono, poi, le reti sociali, i cosiddetti social network. La storia verterà verso le debolezze umane, perché è molto facile scrivere un messaggio senza guardare negli occhi. Le emozioni diventano ibride. E poi ancora, siti pirata dove poter vedere film appena usciti al cinema, siti porno di qualunque natura, liberi; informazioni sulle persone facilmente rintracciabili tramite i motori di ricerca, cercare una persona con la ricerca inversa, attraverso il trascinamento di un’immagine nella casella di ricerca. Si possono scaricare dei programmi costosissimi o nascondere quello che è alla portata di tutti sulla grande rete, senza che altri lo vedano. Una grossa contraddizione è che esiste la legge sulla Privacy, ma la stessa privacy nei social media viene calpestata, perché l’individuo, spesso involontariamente, sacrifica la propria riservatezza per fornire informazioni di sé.

Un thriller action ( thriller d’azione) quello prodotto da Giuseppe Falagario, dove ci saranno azione, ricatti e ci sarà la nuova malavita web.

Una storia, questa, dove i protagonisti saranno un apparente ricco industriale, un ex direttore delle poste, una veggente, un hacker donna molto spietato, tra l’altro una vera killer, e un grosso faccendiere e tanti altri personaggi. Uscirà a settembre e sarà un’opera editoriale e filmica, come Francesco, esempio di vita. La realizzazione del film e del progetto è stata possibile grazie al contributo del Dottor Giovanni D’Onofrio, che vivamente ringrazio. E ringrazio Donatella De Bartolomeis, perché l’opera sarà editata da lei.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Margherita Vistocco

Margherita Vistocco
Studentessa universitaria, frequentante la facoltà di Lettere e Filosofia, curriculum Pubblicistica presso l'Università degli Studi di Salerno. Laureanda. La scrittura serve non a farsi vedere, ma a vedere. Essa mi protegge. E' medicina, piacere, casa, riconferma che esisto. La perseveranza, la passione, il desiderio di avere una mia idea, una mia missione di raccontare e far conoscere qualcosa, scoprendo ogni giorno del nuovo.

Check Also

banzano

Montoro, la sagra di Banzano incorona Sua Maestà la Patata

Tutto pronto per la XVI edizione della Sagra della Patata Banzanese: da oggi fino a …