“Respiri di Terra” di Enzo Mazzeo: l’amore per la fotografia al servizio del territorio

0
enzo mazzeo

Oggi a Grottaminarda, alle 18:30, Enzo Mazzeo presenterà il suo libro fotografico “Respiri di Terra – Viaggio nell’anima della Baronia attraverso le immagini”. Arte, cultura e umanesimo: elementi imprescindibili per salvare e valorizzare le aree interne dell’Irpinia

Un viaggio per immagini quello che si vivrà oggi venerdì 19 maggio a Grottaminarda, a partire dalle ore 18:30, presso il laboratorio artigianale “Dolciterre – Sapori Italiani” dove l’autore Enzo Mazzeo presenterà il volume “Respiri di Terra – Viaggio nell’anima della Baronia attraverso le immagini”. Prenderanno parte all’evento l’editore Silvio Sallicandro, il giornalista Erminio Merola, il professore Mauro Orlando e l’avvocato Gerardo Rauseo.

Con questo libro Mazzeo, che insieme a Franco Arminio è stato uno dei fondatori della Casa della Paesologia di Trevico, intende coniugare la sua passione per l’arte con l’amoenzo mazzeore per il territorio concepito come perfetta sintesi di un patrimonio culturale, umano e storico da custodire e tramandare alle future generazioni.

Si tratta di un vero e proprio book fotografico che ritrae le pose migliori di un modello d’eccezione: la Baronia. Flumeri, Castel Baronia, San Nicola Baronia, Trevico, Vallata, Zungoli: sono solo alcuni dei paesi che hanno fatto da muse ispiratrici per l’estro artistico e poetico di Enzo Mazzeo. Egli attraverso i suoi scatti ha cercato di immortalare, con esiti tutt’altro che banali, l’anima più intima e profonda di questi piccoli centri irpini.

Ritrarre un luogo, un territorio, un paesaggio esige che esso sia reso vivo attraverso la valorizzazione della sua componente umana con una particolare attenzione verso quella più vera ed autentica, ossia il mondo degli anziani: i vecchi, come novelli fanciulli, vivono in una realtà non artefatta che li rende capaci di stupirsi e di apprezzare la dirompente essenzialità del quotidiano.

L’obiettivo dell’opera è proprio quello di recuperare l’essenziale annullando il superfluo e tutto ciò che costituisce inutile distrazione. Le immagini riescono a realizzare questo grande miracolo comunicativo: le fotografie, più di qualsiasi altro strumento, favoriscono il momento introspettivo e sono intrise di quella carica emozionale in grado di condurre l’osservatore a concentrarsi sugli aspetti sostanziali di ciò che esse ritraggono.

“Questa raccolta fotografica – spiega Mazzeo – privilegia sentimenti ed emozioni; rincorre sogni e  racconta la realtà attraverso i suoi personaggi e i suoi luoghi simbolici. È una sollecitazione alla riflessione, alla rivalutazione dello spirito come momento nevralgico degli interessi dell’uomo, affinché la passione, la solidarietà, gli ideali, tornino ad essere riferimento naturale nella vita di ognuno di noi”.