Solofra: al via il primo corso di Laurea in Italia in Videogame ed Animazione

0
solofra

Videogiochi ed Animazione: è questo l’indirizzo – un unicum in Italia – della Laurea Triennale in Comunicazione Digitale che da ottobre sarà attivo a Solofra presso il nuovo campus accademico dell’Istituto Universitario Digitale IUDAV

 

Solofra ospiterà un polo didattico all’avanguardia che farà sicuramente da modello per l’attivazione di indirizzi universitari simili in tutta Italia: da ottobre infatti il paese della Valle dell’Irno, famoso nel mondo per l’arte conciaria, ospiterà la prima Laurea Triennale italiana in Comunicazione Digitale con specializzazione in “Videogiochi ed Animazione“.

Il corso di studi è stato istituito dallo IUDAV (Istituto Universitario Digitale di Animazione e Videogiochi) che nasce circa 4 anni fa da una felice intuizione sviluppata in simbiosi da Carlo Cuomo, Riccardo Cangini e don Patrizio Coppola – il famoso Don Joystick – i quali si sono impegnati nella creazione di un percorso educativo e professionale che possa dare una speranza lavorativa a tanti giovani permettendogli di sviluppare e mettere a frutto la loro passione per il mondo dei videogame.solofra

Il piano di studi proposto dallo IUDAV offre la possibilità di sviluppare capacità e competenze in numerosi ambiti: dalla grafica 3D a quella 2D, dalla regia alla sceneggiatura, ancora dalla comunicazione pubblicitaria al game and character design. Inoltre i futuri game designer avranno modo di perfezionarsi nell’utilizzo di Photoshop, Maya, 3D Studio Max, Construct, After Effects, che sono alcuni tra i software e linguaggi più potenti e maggiormente impiegati nella produzione di videogiochi e cartoni animati.

Negli anni passati le lezioni accademiche si sono svolte tra Pozzuoli e Salerno e hanno riscosso un interesse oltre ogni aspettativa: si pensi che al primo anno di attivazione del corso, nel 2013, ai colloqui preselettivi si presentarono in duecento persone per venti posti disponibili. Attualmente poi i laureati o laureandi sono oltre quaranta e ventisette di loro hanno già una posizione lavorativa stabile.

Insomma quando parliamo di videogame non si deve solo pensare al mondo fantasy o ad una sterile realtà digitale fine a sé stessa: si tratta infatti di un settore in continua evoluzione che offre ottime aspettative se ben sfruttato e se si è in grado di incanalare in maniera ponderata ed intelligente la passione dei giovani e le enormi potenzialità economico-lavorative che ruotano intorno ad esso.