Solofra Film Festival, il 20 aprile ricordi e proiezioni al Circolo della Stampa

0
Solofra Film Festival

Giovedì 20 aprile, alle 18:00, al Circolo della Stampa di Avellino, protagonista il “Solofra Film Festival”. Saranno proiettati i cortometraggi “La tua voce sulla pelle” e “Carlo e Clara” e il documentario “Recording Memories – 10 anni di Solofra Film Festival” di Maurizio Venturiero

Il “Solofra Film Festival“, rassegna dedicata ai cortometraggi, sarà protagonista al Circolo della Stampa di Avellino, giovedì 20 aprile, alle ore 18:00, con un evento all’insegna del ricordo.

Si comincerà con la proiezione del cortometraggio “La tua voce sulla pelle” (2016), cui seguirà il documentario “Recording Memories – 10 anni di Solofra Film Festival” (2017), entrambi realizzati da Maurizio Venturiero e prodotti da EdonèFilms. Infine, sarà proiettato il cortometraggio “Carlo e Clara” (2013) di Giulio Mastromauro, vincitore dell’edizione 2014 del festival.

Federico Curci, direttore artistico della rassegna, commenta così questo appuntamento, soffermandosi, in particolare, sul documentario celebrativo dei dieci anni della rassegna:

Solofra Film Festival«Ringrazio Maurizio (Venturiero, ndr) per aver voluto raccontare il “Solofra Film Festival”Dieci anni sono tanti, siamo ancora qua, con la stessa passione. In tutto questo tempo i ricordi sono ancora tangibili nella mia mente, tante persone incontrate, cortometraggi visti, corse, ansie, gioie. Se devo fare un bilancio, posso solo dire che sono stati dieci anni meravigliosi. Quasi ottocento cortometraggi arrivati, più di centocinquanta proiezioni. L’impegno che mi ero prefissato all’inizio dell’avventura, cioè portare la manifestazione ad essere una vetrina per i giovani autori, è stato rispettato. Magari, chissà, ci sarà anche un ventennale».

Bilancio positivo anche per Maurizio Venturiero, che parla così del suo documentario:

Solofra Film Festival«Il documentario “Recording Memories – 10 anni di Solofra Film Festival” è stato realizzato principalmente per mostrare la passione e l’impegno espressi dal fondatore della rassegna, Federico Curci, e dai suoi sostenitori per creare una realtà cinematografica di respiro internazionale all’interno di una piccola comunità come quella solofrana. Il documentario, quindi, non si focalizza sulla storia dei lavori cinematografici che si sono susseguiti negli anni e che, comunque, hanno dato linfa al festival, ma sull’amore profondo per il cinema che il suo creatore ha sempre profuso per permettere che tali lavori fossero conosciuti da un pubblico più ampio.

Anch’io, come Federico, conosco le difficoltà affrontate per la realizzazione di un progetto, che si possono incontrare sia a livello locale che nazionale. Avendo un’associazione culturale ed essendomi confrontato più volte con la regia, anch’io ho dovuto superare molti ostacoli. Ma è solo con la costanza, come anche Federico Curci ha più volte mostrato, che è possibile creare qualcosa di unico e duraturo. Ecco perché questi primi dieci anni del “Solofra Film Festival” rappresentano un traguardo ancora più prezioso».