Sponz Fest 2017: partiamo dalla fine e proseguiamo all’incontrè’R!

0
Sponz Fest

Presentata ieri a Roma la V edizione dello Sponz Fest ideato e diretto da Vinicio Capossela, che si terrà dal 21 al 27 agosto, con un programma ricco di eventi ed ospiti del calibro di Erri De Luca ed Emir Kusturica

Da qualche anno il popolo irpino è diviso, tra chi aspetta con ansia di conoscere il programma dello Sponz Fest (il festival ideato e diretto dal cantautore di origini irpine Vinicio Capossela) e chi, al contrario, ce l’ha con l’artista che avrebbe il torto di ricevere contributi pubblici per il suo evento e, quindi, lo snobba! Una cosa li accomuna, però, la meraviglia rispetto alla capacità di rendere Calitri ed alcuni altri paesi dell’Irpinia meta di turisti provenienti da tutto il mondo (cosa estremamente rara, a causa soprattutto della mancanza di programmazione turitica delle amministrazioni dei nostri territori).

Chi c’è stato conosce ed ha nostalgia di quell’atmosfera multiculturale, ma allo stesso tempo folkloritica che pervade questo festival di fine agosto e col tempo anche l’organizzazione si è perfezionata, tanto da far presto dimenticare gli inconvenienti legati al concertone in campagna di due anni fa!

Il tema di questa V edizione è il “rovescio“, la capacità di porsi “dall’altra parte”, di ribaltare i punti di vista e di andare contro corrente, “all’incontre’R” come si dice in quelle danze da sposalizio – tanto care a Capossela – per cambiare il verso. Il sottotitolo del festival è, in particolare, “Rivoluzioni e mondi al rovescio” proprio a voler rimarcare la necessità di rivoluzionare il quotidiano e l’intento è di farlo nell’anniversario della Rivoluzione russa.

Ospiti d’onore di questa edizione lo scrittore Erri De Luca, che nell’ambito della Libera Universtà dei Ripetenti (un ciclo di incontri su tematiche di attualità) affronterà il tema “Contrario dell’Uno e altre contrarietà” ed il compositore, regista e sceneggiatore Emir Kusturica, che si esibirà con la The no smoking orkestra.

Numerosissimi gli eventi, a tutte le ore del giorno e della notte (sono previst concerti all’alba ed eveti notturni), proiezioni cinematografiche (tra le quali “Leonarda” di Rosaria Cianciulli), laboratori per bambini, degustazioni di piatti locali. La gran parata è prevista per sabato 26 agosto, nell’ambito della quale suonerà lo stesso Capossela. Interessante anche l’esibizione teatrale del Clan H sulla linea ferroviaria Avellino-Rocchetta, della cui riapertura Capossela si è fatto fautore l’anno scorso.

Ce n’è per tutti i gusti, a tratti raffinati ed a tratti popolari, ma senza dubbio non si può mancare!