Breaking News
Home » Eventi » Deborah Farina con il suo documentario “Anarchitaly” al Cinema Partenio

Deborah Farina con il suo documentario “Anarchitaly” al Cinema Partenio

M. Deborah Farina sarà ospite al Cinema Partenio di Avellino in occasione della proiezione del suo “Anarchitaly. Cinema espanso e underground italiano 1960-1978”. L’evento, che si terrà sabato 13 maggio, rientra nel ciclo “La voce dell’autore”, a cura dello Zia Lidia Social Club

Nuovo appuntamento del ciclo “La voce dell’autore“, proiezioni e incontri con i registi emergenti del panorama italiano, a cura dello Zia Lidia Social Club. È la volta di M. Deborah Farina, che sarà ospite al Cinema Partenio di Avellino in occasione della proiezione del suo documentario “Anarchitaly. Cinema espanso e underground italiano 1960-1978”. L’incontro si terrà sabato 13 maggio, a partire dalle 20:30.

AnarchitalyPresentato in diversi festival, tra cui il VII Festival Internazionale del Film di Roma, “Anarchitaly” trae ispirazione dalla retrospettiva di Venezia 68 “Orizzonti 1960-1978” per raccontare registi e opere sperimentali al centro del cinema underground, sviluppatosi in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta.

Tramite interviste ai protagonisti e spezzoni di film dell’epoca, la regista dà spazio ad autori più o meno noti come Alberto Grifi, Augusto Tretti, Mario Schifano, Carmelo Bene, Mario Carbone, Romano Scavolini e molti altri. Ad essi si alternano personaggi più popolari quali, ad esempio, Ermanno Olmi e Nanni Moretti.

Anarchitaly” sposa, a sua volta, lo stile anarchico e sperimentale della materia di cui si occupa, rivisitato attraverso la creatività di Deborah Farina che ne parla così:

«L’idea, che nasce dalla mia passione per il cinema sperimentale, ha fatto sì che potessi realizzare un docu-film che, da una parte, potesse riprendere e riesplorare territori sommersi, bellissimi e poetici e, dall’altra, mi permettesse di manipolare liberamente la materia filmica come un pittore con la tela o uno scultore con la creta per, quindi, rimodellarla emotivamente.

Spero di aver fatto conoscere una storia, di aver portato alla ribalta un cine-racconto che altrimenti si sarebbe disperso tra le pagine patinate del cinema overground. Anarchitaly è il resoconto di una fondamentale pagina della storia del cinema italiano che ho voluto far volare dal cielo di Venezia in tutto il mondo».

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Antonella Di Spirito

Sono laureata in "Editoria e Pubblicistica" all'Università degli Studi di Salerno. Ho proseguito il mio percorso formativo presso La Sapienza di Roma, dove ho conseguito la laurea magistrale in "Editoria e Scrittura". Se questi "indizi" non bastassero, aggiungo che scrivere è da sempre una delle mie passioni. Collaboro con la redazione di Zon da giugno 2015.

Check Also

vito lepore

Vito Lepore: i lupi battono l’Hapoel e volano in finale

La Scandone si presenta al PaladelMauro con una vittoria che vale la finale del XXV  …