Home » Prima Pagina » Avellino e SPAL: bisogna solo vincere

Avellino e SPAL: bisogna solo vincere

Nell’anticipo delle 19 del venerdì, scendono in campo Avellino e SPAL, società con scopi diversi ma con lo stesso obiettivo: i tre punti

Vincere per restare a galla e vincere per guardare tutti dall’alto: questo varrebbero i tre punti nel caso in cui vengano portati a casa rispettivamente da Avellino e SPAL. L’esito di questo incontro, in concomitanza di quello dell’altro anticipo del venerdì, Cesena-Frosinone, può dare una svolta improvvisa per tutte le squadre in questione, con l’Avellino che può essere tirato di nuovo nelle zone calde della bassa classifica e la SPAL che potrebbe scavalcare i frusinati o essere scavalcata a sua volta dall’Hellas Verona. Insomma, una partita da tutto o niente, anche perché un pareggio serve a poco.

AVELLINO – Attualmente 14esimi in classifica con 37 punti; non si vince da cinque gare, nelle quali, sì, sono stati messi a segno quattro gol, ma ne sono stati subiti ben tredici, decisamente troppi. In totale, nelle trentadue partite sinora disputate, sono stati 45 i gol subiti, ergo, in coabitazione con un altro paio di squadre, quella dell’Avellino è la difesa più perforata della cadetteria. Inoltre i soli quattro punti di vantaggio sulla zona play-out (potenzialmente debellabili per cause esterne al campo di gioco), non danno rassicurazione agli uomini di mister Novellino, che dunque si ritrovano, dopo l’incredibile filotto di nove risultati utili consecutivi ancora negli occhi di tutti, con le dirette concorrenti per la salvezza che sono pronte, gioco-forza, a tirare i Lupi nella bagarre per non retrocedere. Si sa che vincere aiuta a vincere: dunque unico rimedio per questo Avellino in difficoltà non può che essere la vittoria, anche se difronte ci sarà una vera e propria corazzata.

SPALNeopromossa, seconda in classifica ad un solo punto dalla capolista: si può solo restare increduli difronte ai Avellino, SPAL, Meretnumeri della squadra ferrarese. 52 gol fatti e 31 subiti; un portiere, Alex Meret, dal talento straordinario (addirittura è stato convocato in Nazionale maggiore), nessuno straniero in rosa e per questo tanto di cappello per una società che preferisce puntare sui calciatori nostrani. Allenata dal 49enne Leonardo Semplici, la SPAL si schiera in mezzo al campo con un 3-5-2, con i due attaccanti che finalizzano il gioco corale espresso dalla squadra. Lì davanti la qualità non scarseggia: Floccari, Zigoni ed Antenucci, questi sono i tre che settimana dopo settimana si contendono i due posti da titolari. Il primo è un bomber navigato, che ha fatto benissimo in squadre di media classifica di Serie A, in pratica è una garanzia; il secondo, grande ex insieme ad Arini, ha dato prova delle sue qualità anche in terra irpina, non ha nulla da dimostrare. Il terzo, solo a sentirne il nome, fa rabbrividire i tifosi avellinesi, dato che Mirko Antenucci, nel match di andata ha messo a segno un bel hat-trick, sbagliando anche un calcio di rigore, roba da capogiro. Se all’enorme qualità della rosa della SPAL (11,50 milioni secondo il portale transfermarkt.it) aggiungiamo anche che le sconfitte da dicembre ad oggi sono solo due, intervallate da ben sette vittorie e cinque pareggi, lo stupore nel guardare questa squadra non può che essere legittimo.

Cosa aspettarsi dunque dal match di venerdì? Un Avellino ferito, una SPAL che, sebbene reduce dalla sconfitta nello scontro diretto col Frosinone, non ha voglia di mollare la presa. Un match in cui un pareggio non serve a nessuno, un match dove, per parafrasare il grande Giampiero Boniperti, vincere non è importante, è l’unica cosa che conta.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Francesco Testa

Francesco Testa
Soprannominato "El Rey Leon", diplomato nel 2015 presso il Liceo Scientifico "P.S. Mancini", studente in Lingue e Culture Straniere presso L'Università degli Studi di Salerno. Appassionato di quasi tutti gli sport. Collabora con Avellino.Zon dal gennaio 2017.

Check Also

Forino

Moschiano e Forino, nuovi roghi agricoli: denunciate quattro persone

A Moschiano e a Forino i Carabinieri hanno denunciato quattro persone che, nonostante il divieto, …