“Partiamo in ritardo rispetto alle nostre previsioni, per i problemi relativi alla disponibilità dell’area, storicamente il ‘Terminal-Bus’ della città di Avellino – spiegano gli organizzatori su facebook. Recupereremo, allungando fino al 12 gennaio tutte le nostre attività, laddove, in un primo momento, il Village era previsto il periodo 8 dicembre-6 gennaio”. Il comitato zonale, però, ci tiene a chiarire anche quello che è avvenuto con lo spostamento dei pullman e le polemiche susseguitesi, con questa delocalizzazione loro ribadiscono di non c’entrarci nulla.

Piazza Macello, Avellino.

Da due giorni una ventina di volontari, mediamente tutti ventenni con qualche anziano quarantenne brontolone come me, stanno attrezzando un’area della città di Avellino, per offrirla ai cittadini.

Un’area che non abbiamo scelto noi, ma che il Comune ha inteso concederci, avendo deciso di dislocare il terminalBUS. Dovevamo partire l’8 dicembre, poi il 15, presumibilmente saremo pronti dopodomani. Abbiamo dovuto cambiare date e logistica man mano che venivano assunte le decisioni sulla pubblica mobilità.

Interamente a spese nostre, cioè del Comitato zonale ASI Caserta Avellino Benevento, l’area vedrà la presenza di una pista per il pattinaggio su ghiaccio, di un sentiero per i miniquod, di attrazioni gonfiabili per piccini; altresì ci saranno stand gastronomici, serate ed eventi, numerose iniziative solidali, la prima proprio sabato 21, contestualmente alla inaugurazione ufficiale, con l’iniziativa “BABBO NATALE IN MOTO”, organizzata dell’Indian Bikers MC.

Insomma, ci piace pensare che il nostro Ente di Promozione Sportiva e Sociale si possa definire un protagonista del Natale avellinese, offrendo il proprio impegno, la propria organizzazione, la propria dedizione alla città, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, per dare ai cittadini più servizi, più aggregazione, più attrazioni.

Così in una nota dichiara Ettore de Conciliis, Presidente Comitato ASI :

Una ventina di volontari, dicevo, alle prese con lo sforzo fisico, logistico, burocratico. Che con il sorriso mettono alla prova sé stessi nella organizzazione di questo progetto chiamato ASI WINTER VILLAGE.

Avellino Sport Village pista di pattinaggio sul ghiaccio

Mi andava di dire grazie a questi ragazzi, e proprio oggi che certa dis-informazione ha preso di mira gli Enti di Promozione Sportiva. Vorrei si sapesse che in una piccola cittadina dell’entroterra meridionale, lontano dalla ribalta nazionale, anche nel freddo umido della sera, ci sono dei ragazzi che gratuitamente lavorano per il proprio territorio e la propria città, perché credono nello sport, nella socialità e nei valori di una aggregazione sana.

Come presidente del Comitato Asi, insieme ai dirigenti Lucio Cecere e Paolo Ferraro,

voglio esprimere un sincero ringraziamento a questi nostri ragazzi ed anche ad ASI Nazionale. L’esperienza comunitaria che stiamo vivendo dentro Associazioni Sportive e Sociali Italiane è per tutti noi una incredibile occasione di crescita e un formidabile vissuto di esperienza.

Lo sport di base vive anche di queste cose. Senza il sostegno ed il lavoro degli EPS, le piccole Associazioni Sportive Dilettantistiche. Ad esempio, non avrebbero modo di mostrarsi, di fare rete, di uscire dalla logica periferica. E noi la promozione sportiva la vogliamo fare, e la facciamo, veramente. Anche con il nostro sudore.