mercoledì - 14 Aprile 2021

Montella, nessun nuovo caso di positività nel comune

*AGGIORNAMENTO COVID-19* Montella, mercoledì 14 aprile 2021. Cari concittadini, contrariamente a quanto comunicato dagli organi di stampa nei giorni scorsi, nessun nuovo caso positivo è stato...
More

    Caso alloggi, nuovi sospetti

    Ultime Notizie

    Ancora ombre sulla gestione degli alloggi da parte dell’ufficio del Comune di Avellino. Dalle indagini emergono nuove irregolarità

    [ads1]

    - Advertisement -

    alloggi
    Comandante M. Arvonio

    Vi abbiamo ampiamente illustrato, anche in seguito alla conferenza del Procuratore Capo Cantelmo, la vicenda alloggi. I due funzionari del Comune di Avellino, impiegati presso l’ufficio alloggi, P.D. e P.P. sono stati interrogati in mattinata dal giudice per le indagini preliminari.

    I due, arrestati a Milano e nella provincia di Benevento, in seguito alla denuncia di Francesco Vivolo, dovranno rispondere del reato di “corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio“. A quanto pare, non solo sarebbero state intascate mazzette, ma sarebbero stati distribuiti alloggi anche a parenti e amici dei funzionari o a persone segnalate per favori politici. L’inchiesta, ovviamente, chiarirà se i suddetti assegnatari, a prescindere dal legame con i funzionari, fossero realmente in possesso dei requisiti necessari all’assegnazione dell’alloggio.

    Sembrerebbe, però, che alcuni di questi avessero persino un reddito superiore a quello necessario, requisito essenziale per far richiesta di alloggio popolare.  A corredo della risonanza che ha avuto la vicenda, il comandante dei Vigili Urbani Michele Arvonio ha fatto sapere che gli sfratti continueranno. Se negli alloggi rastrellati saranno presenti famiglie che realmente hanno diritto ad uno degli alloggi popolari, saranno inseriti in una graduatoria regolare e si vedranno assegnare quanto spetta loro di diritto. La vicenda è in piena evoluzione, si attende la decisione sulla convalida del fermo dei due funzionari.

    Intanto, l’assessore alla Trasparenza Marco Cillo si è detto soddisfatto del fatto che la Magistratura stia scandagliando a fondo la questione. Naturalmente, non potrebbe che essere così, perché la corruzione di pubblici ufficiali ha davvero l’odore sgradevole della sconfitta, per il nostro Comune e per il sistema Stato. Come ha sottolineato il Dott. Cantelmo, Avellino non è immune da reati come quello di specie.

    [ads2]

    Latest Posts