Alloggi e mazzette, scarcerati i due funzionari

0
alloggi

Il caso alloggi è destinato, inevitabilmente, ad ingigantirsi, ma i due funzionari coinvolti nella vicenda sono stati, attualmente, scarcerati

Come vi avevamo preannunciato, la vicenda alloggi non avrà un esito scontato. Le indagini sono in corso e i sospetti recenti, circa l’attribuzione di altri alloggi a persone prive dei requisiti necessari, hanno alzato un ulteriore polverone. Nonostante ciò, i due funzionari del Comune di Avellino, precedentemente arrestati dagli inquirenti per il pericolo di fuga, sono stati scarcerati.

Di due giorni fa la notizia del primo scarceramento, quello del funzionario arrestato nella provincia di Benevento. Nella giornata di ieri, invece, è stato messo in libertà l’altro funzionario coinvolto nel caso alloggi. Dopo quattro notti nel carcere milanese di San Vittore e l’umiliazione di essere stato arrestato nell’affollatissimo contesto di Expo, anche lui ha rivisto la luce.

alloggi
Carcere di San Vittore

Le decisioni prese dai giudici, probabilmente, vanno ricercate nell’assenza del pericolo di fuga cui faceva, invece, riferimento il Procuratore Capo Rosario Cantelmo nella conferenza di sabato scorso.

Infatti, sia per il Gip di Benevento che per quello di Milano, non sussisteva non solo il rischio di fuga, ma nemmeno l’inquinamento delle prove cui si poteva far capo per confermare il fermo. Almeno per il momento, in attesa di ulteriori sviluppi delle indagini sul caso alloggi, i funzionari avellinesi sono tornati in stato di libertà. Ciò non è assolutamente sinonimo della loro estraneità hai fatti, anzi, la vicenda alloggi è sempre più fitta e complessa.