domenica - 26 Settembre 2021
More

    Alta Irpinia, contrasto ai furti: 30enne senza fissa dimora allontanta

    Ultime Notizie

    ALTA IRPINIA – CONTRASTO AI FURTI. 30ENNE SENZA FISSA DIMORA SORPRESA DAI CARABINIERI NEI PRESSI DI ABITAZIONI ISOLATE: ALLONTANATA CON FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO.

    Non si ferma la controffensiva posta in essere dai Carabinieri per il contrasto ai furti: il Comando Provinciale di Avellino, con l’effettuazione di mirati servizi, continua incessantemente a porre attenzione all’attività di perlustrazione nei comuni dell’Irpinia, implementando ulteriormente il controllo del territorio, soprattutto agli obiettivi sensibili della provincia ed in quelle aree particolarmente colpite dal fenomeno dei furti, sia per prevenire i reati che per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

    - Advertisement -

    Nell’ambito di tali servizi, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montella hanno sorpreso una trentenne che si aggirava con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni isolate di Caposele.

    Dopo averne osservato i movimenti, i militari hanno proceduto al controllo.

    La stessa, con a carico svariate misure di prevenzione e numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio (principalmente furti in abitazione), alla specifica richiesta da parte degli operanti, non è stata in grado di fornire alcuna valida giustificazione circa la sua presenza in quel luogo.

    Condotta in Caserma per gli ulteriori accertamenti, in considerazione delle risultanze emerse a suo carico, nei suoi confronti è dunque scattata la proposta per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio.

    ATTIVANO CONTRATTO TELEFONICO ALL’INSAPUTA DELL’INTESTATARIA: DUE PERSONE DENUNCIATE DAI CARABINIERI DI MONTEFORTE IRPINO.

    Un particolare caso di truffa è stato smascherato dai Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino che hanno denunciato due persone della provincia di Napoli.

    L’attività d’indagine prende spunto dalla denuncia sporta dalla vittima che si vedeva recapitare delle bollette per un contratto telefonico da lei mai stipulato.

    Dagli accertamenti effettuati dai Carabinieri è emersa la procedura truffaldina che ha portato al deferimento di una donna che beneficiava del servizio e del procacciatore d’affari della società telefonica che aveva proceduto all’attivazione.

    Alla luce delle evidenze emerse, per i predetti (entrambi già noti alle Forze dell’Ordine) è scattata la denuncia in stato di libertà poiché ritenuti responsabili dei reati di “Truffa” e “Sostituzione di persona”.

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts