Apple Pie sull’episodio di omofobia a Montemiletto: “C’è bisogno di fare informazione…”



0
apple pie, montemiletto
Mara Festa, Presidentessa Apple Pie Foto: Elena Russo

In seguito al grave episodio di omofobia, l’Associazione Apple Pie per i diritti LGBT+ chiede al comune di Montemiletto di organizzare un evento di sensibilizzazione

Ieri sera nel comune di Montemiletto un ragazzo di 23 anni è stato vittima di un grave episodio di omofobia. Un biglietto contenente forti parole d’odio e incitamento alla violenza, è stato lasciato da ignoti sotto l’uscio della casa in cui vive con i genitori.

Risoluta la risposta del giovane che non è mancato di denunciare l’accaduto sui suoi profili social, nella speranza di sensibilizzare l’opinione pubblica.

Non sceglierò mai di vivere nell’ombra e continuerò a portare avanti i miei ideali e le mie campagne per i diritti delle persone LGBT+”…. (leggi qui le parole di Alessandro).

Immediata la risposta del Sindaco Agostino Frongillo che ha espresso solidarietà e vicinanza a nome di tutta la comunità sul suo profilo Facebook: “Il rispetto della libertà e della dignità dell’essere umano sono condizione imprescendibile per dirsi soggetti dotati di raziocino”.

Negli ultimi anni, soprattutto grazie al lavoro svolto da alcuni comuni e associazioni presenti sul territorio, l’Irpinia si sta mostrando sempre più sensibile riguardo le tematiche di inclusione ed uguaglianza sociale.

montemiletto apple pie

Un grande lavoro sta facendo sul campo l’Associazione Apple Pie: l’amore merita LGBT+ che lo scorso anno ha organizzato la prima marcia contro l’omo-bi-transfobia ad Avellino diventato un punto di riferimento per tanti giovani della nostra provincia.

“Abbiamo appreso la notizia, sosteniamo e siamo vicini ad Alessandro…” – ha dichiarato la presidentessa Mara Festa.

Il primo passo da compiere per eliminare la violenza passa necessariamente attraverso la comunicazione e la conoscenza, per questo motivo l’associazione ha provveduto a contattare il comune di Montemiletto per organizzare quanto prima un evento di informazione e sensibilizzazione.

“C’è bisogno di fare informazione attorno alla cultura del rispetto.”

Inoltre sono in fermento i preparativi per il primo Pride irpino che si terrà il prossimo 15 giugno ad Atripalda.

“Quest’anno la marcia si terrà ad Atripalda per favorire l’inclusione tra i territori, rafforzare la rete di cittadinanza attiva e accogliere il maggior numero di partecipanti per promuovere un progetto di sensibilizzazione che possa fungere da sprone per tutta la conunità LGBT+.

Il tema di quest’anno è People have the power con l’obiettivo di portare gli esempi e le testimonianze di coloro i quali hanno avuto la forza e la tenacia di cambiare la loro vita e di migliorare il mondo”.

Leggi anche