Ariano International Film Festival, ultima giornata tra cosplay e premiazioni



0
Ariano International Film Festival

Si è conclusa ieri la IV edizione dell’Ariano International Film Festival. Di scena l’arte del cosplay e le premiazioni finali. Ospite speciale Margareth Madè

L’Ariano International Film Festival chiude in bellezza dopo una settimana ricca di proiezioni, ospiti ed eventi.

Ariano International Film FestivalIeri è, infatti, andato in scena l’ultimo atto di questa IV edizione. Tra i protagonisti della giornata i cosplayers che hanno preso parte al concorso e hanno avuto la possibilità di esibirsi e sfilare presso la sala del Castello Normanno di Ariano Irpino.

Nel corso della serata, che si è svolta presso l’Auditorium comunale, sono state, invece, premiate le opere vincitrici di alcune delle sezioni in gara quest’anno.

Ad aggiudicarsi la sezione cortometraggi è stato “Zero” dello spagnolo David Victori, racconto fantascientifico delle peripezie di un padre e un figlio nel giorno in cui la Terra inizia a perdere a intermittenza la gravità.

Non voltarti indietro” di Francesco Del Grosso è stato il vincitore della sezione dedicata ai documentari. Racconto di cinque vite qualunque che si ritrovano all’improvviso in un confuso vortice di errori giudiziari.

Ariano International Film Festival
Margareth Madè

La sezione serie web ha visto trionfare “In the park” del foggiano Francesco Colangelo, storia di sei donne, dei loro incontri e delle loro confessioni fatte a un gigolò conosciuto in un parco cittadino.

Dopo la partecipazione nei giorni scorsi di Paolo Conticini, Enrico Lo Verso, Emanuela Tittocchia ed Enrico Montesano, ospite speciale della serata di ieri è stata Margareth Madè. La modella e attrice siciliana ha debuttato sul grande schermo nel 2009 in “Baarìa” di Giuseppe Tornatore.

L’Ariano International Film Festival, nato nel 2013, si è confermato, dunque, un evento culturale vitale e interessante, capace di ottenere un buon riscontro di pubblico. Una rassegna che ha raggiunto negli anni un respiro sempre più internazionale valorizzando, al contempo, l’Irpinia dal punto di vista artistico e turistico.

Leggi anche