Ariano Irpino, bestiame non tracciato denunciato titolare di un’azienda

0

ARIANO IRPINO CON L’ACCUSA DI RICETTAZIONE E ABUSIVO ESERCIZIO DI UNA PROFESSIONE: DENUNCIATO DAI CARABINIERI IL TITOLARE DI UN’AZIENDA AGRICOLA INATTIVA

I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino, congiuntamente ai colleghi della locale Stazione Forestale, nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione di illeciti in materia sanitaria, macellazione clandestina e commercio, hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un 70enne del posto.Ariano Irpino

Nello specifico, all’esito delle verifiche eseguite presso un’azienda agricola inattiva per cessata attività, all’interno di due locali adibiti a stalle, sono stati rinvenuti cinque capi di bestiame (suini e bovini) privi marchi auricolari e marchi elettronici ruminali identificativi nonché la disponibilità di due marchi auricolari identificativi.

Per il titolare della struttura, che non era in grado né di dimostrare la provenienza e tracciabilità del bestiame né di giustificare il possesso e la legittima provenienza dei marchi auricolari identificativi, è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento in quanto ritenuto responsabile dei reati di Ricettazione e Abusivo esercizio di una professione.

Sulla tracciabilità delle merci alimentari si sta intensificando il controllo da parte degli uomini dell’Arma, non solo in Irpinia e quindi non solo ad Ariano Irpino.

Leggi anche: ballottaggio Gambacorta-Franza: ecco tutti i voti