Ariano Irpino nuova sostenitrice del progetto #ioleggoperchè



0
#ioleggoperchè

Ariano si fa sostenitrice della cultura attraverso il BookCrossing promosso dall’Aie: #ioleggoperchè. La biblioteca comunale diventa il luogo di scambio dei volumi messi a disposizione a titolo gratuito. Nato nel Nord Europa il progetto del “passaggio di libri”, approdato in Italia nell’aprile 2015, resta ancora per molti sconosciuto. Perciò scopriamolo insieme!

Ariano – La cittadina dell’alta irpinia, seguendo quella di Venticano, è entrata a far parte del progetto di BookCrossing promosso dall’Associazione Italiana Editori. Ad Ariano Irpino, l’iniziativa parte dalla Biblioteca Comunale “P. S. Mancini” in via Tribunali, che avrà al suo interno un apposito spazio di scambio per tutto il mese di ottobre 2015. “BookCrossing” significa letteralmente “passaggio di libri” e si riferisce a un’iniziativa gratuita attraverso la quale i volumi appartenenti ad un certo elenco vengono scambiati tra i lettori, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altri, che eventualmente possano commentarli e farli proseguire nel loro viaggio. Il termine deriva da www.bookcrossing.com, un club gratuito di libri on-line fondato nel 2001 per incoraggiare tale pratica, al fine di “rendere il mondo intero una biblioteca”. Dunque lo scopo principale è stimolare il pubblico all’amore per la lettura che, a sua volta, implica la divulgazione del sapere, di cui il libro è strumento fondamentale. L’iniziativa nordeuropea è stata amata e adottata anche dall’Italia, grazie all’Aie: Associazione Italiana Editori. Nasce così, a partire dall’aprile 2015, il progetto #ioleggoperchè.

Ariano Irpino: nuova sostenitrice del progetto #ioleggoperchè
Ariano Irpino: nuova sostenitrice del progetto #ioleggoperchè

“Il nostro scopo è stimolare chi legge poco o chi non legge. Parliamo di ben più della metà degli italiani. Abbiamo deciso di incuriosirli, con l’aiuto dei lettori. Abbiamo deciso di mettere al centro di questa iniziativa i libri, le persone, tutte le istituzioni e le iniziative che hanno a cuore la lettura e, in generale, la cultura”. 

Queste le idee alla base, ma vediamo come il progetto si svolge praticamente. Gli editori appartenenti all’Aie (sia grandi gruppi che piccole case editrici) hanno individuato 24 romanzi, estratti sia dal contesto italiano che extraeuropeo e sia contemporanei che non. La mossa successiva è stata la stampa di una speciale edizione, segnalata dal logo di #ioleggoperchè, per un totale complessivo di 240.000 copie.

Tutte rappresentano dei regali unici che l’Aie dona al pubblico. Il tramite tra le due parti è il cosiddetto “messaggero“, ovvero qualsiasi singolo lettore o gruppo interessato a sostenere il progetto e, dunque, mettere in circolo le copie gratuite. “Soprattutto, abbiamo deciso di affidare 240mila libri a migliaia di lettori appassionati, che chiameremo messaggeri: a loro volta, affideranno ad altrettanti lettori ‘assopiti’, in tutta Italia, questi strumenti di piacere e di divertimento, i libri… messaggeri pronti ad affidare a parenti, amici, colleghi e sconosciuti una copia speciale di un romanzo bellissimo”.  I luoghi di scambio sono principalmente: le piazze, le scuole, le Università, le librerie e le biblioteche, come nel caso di Ariano. Dunque la cittadina irpina si dimostra all’avanguardia, evidenziando l’importanza che attribuisce alla lettura e quindi alla cultura. Queste iniziative vanno necessariamente sostenute, esaltate. Ci auguriamo che anche il capoluogo di provincia, in primis attraverso la biblioteca comunale, ne diventi sostenitore. Affinché ciò accada, sta a noi cittadini e pubblico, diventare “reclute”, “messaggeri” di questo speciale progetto ma in generale della promozione della cultura.

Informazioni utili:

per scoprire la lista dei libri messi in circolo: ioleggoperche/i-libri

per diventare “messaggeri”: ioleggoperche/messaggeri

In generale si consiglia di visitare il sito www.ioleggoperche.it per conoscere ed entrare a far parte del  mondo di #ioleggoperchè.

Leggi anche