Ariano Irpino, attesa per l’arrivo domani del Presidente Mattarella



0
avellino

È prevista per domani 5 settembre la visita e la conferenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella ad Ariano Irpino

Gran fermento ad Ariano Irpino per la visita, prevista per le ore 16.00 di domani pomeriggio, mercoledì 5 settembre, del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La sede indicata in cui il Capo dello Stato vi si recherà corrisponde al Centro di Ricerche Genetiche Biogem, in occasione della decima edizione del meeting “Le Due Culture” (che parte appunto domani e si concluderà domenica 9).

Il tema di questa decima edizione è : “Cosmologia – L’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi”, con, tra le altre cose, l’esplorazione dell’avvincente nonchè enigmatico fascino dell’Universo. Esplorazione che come di consueto avverrà da molteplici punti di vista e vedrà anche la partecipazione di autorevoli esponenti delle culture umanistico – scientifiche, quali, per fare un nome, il Premio Nobel per la Chimica Jean – Marie Lehn.

La giornata inaugurale, dunque, come predetto, sarà quella di domani. La maestosità dell’evento, già importantissimo per l’alto contenuto culturale e scientifico, sarà impreziosita naturalmente anche dalla visita di Mattarella. Il Presidente della Repubblica sbarcherà direttamente ad Ariano Irpino, precisamente all’arena “Pietro Mennea” di Rione Martiri. Da lì si recherà alla sede Biogem, in località Camporeale. L’intervendo di Mattarella è atteso subito dopo l’introduzione ed il benvenuto alla rassegna, ad opera del presidente di Biogem, Ortensio Zecchino. A seguire previste le dichiarazioni del filosofo Remo Bodei, docente presso la University of California di Los Angeles, e del prof. Vincenzo Barone, Direttore della Scuola Normale Superiora di Pisa.

È IL TERZO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA A SBARCARE AD ARIANO IRPINO

Sergio Mattarella è il terzo Presidente della Repubblica a sbarcare e a tenere conferenze in quel di Ariano Irpino. Prima di lui, avevano visitato la cittadina del Tricolle anche Francesco Cossiga, nel 1987, in occasaione del centenario della morte di Pasquale Stanislao Mancini, e Antonio Segni, nel 1962, in seguito ai disastri causati, nel territorio arianese, dal terremoto.

Sono attese circa 800 persone, le quali potranno assistere dal vivo all’evento, mentre altre 250 potranno visionare il tutto in diretta streaming dal Cinema Comunale.

Insomma, manca poco, davvero poco, per quello che senza ombra di dubbio è uno degli appuntamenti più importanti degli ultimi anni che vede coinvolto Ariano Irpino, ma anche più genericamente l’Irpinia tutta.

Leggi anche