Atripalda, gli “Amici di Beppe Grillo” criticano l’amministrazione



0

Con un comunicato stampa, gli “Amici di Beppe Grillo” di Atripalda confrontano tutte le promesse disattese dall’amministrazione Giuseppe Spagnuolo con la realtà, individuando diverse incongruenze

Gli “Amici di Beppe Grillo” di Atripalda, con la pubblicazione di un comunicato stampa, fanno sentire la loro voce, criticando l’operato dell’amministrazione comunale.

Oggetto del documento è la raccolta dei rifiuti. La lista “Scegliamo Atripalda” dell’attuale Sindaco Giuseppe Spagnuolo, infatti, ha posto diversi obiettivi nel proprio manifesto elettorale. A distanza di 16 mesi, il gruppo vicino al M5S ha confrontato le aspettative con la realtà.

Per gli autori del documento diverse promesse sono state disattese. Tutto ciò a partire dalla riduzione della frazione indifferenziata, cosa che non si è verificata. Anzi a ridursi è stata proprio la percentuale della raccolta differenziata, scesa sotto il 60 %.

Altro punto riguarda la riduzione dei costi. Se si riduce la frazione indifferenziata, i costi di smaltimento si riducono e di conseguenza anche i costi per i cittadini. Però se il dato precedente ha fatto registrare un aumento, per il principio di proporzionalità diretta, aumentano anche i costi. Stando ai numeri forniti nel comunicato, si è registrato un +17% di costo medio.

Altre critiche riguardano la mancata collaborazione a livello provinciale per la costituzione di un nuovo modello di gestione dei rifiuti.

Ma le promesse mancate, secondo gli “Amici di Beppe Grillo”, non finiscono qui. Infatti ad essere criticati sono anche il decoro urbano, il servizio di spazzamento autonomo, tuttora inesistente. Anche la regolarità dei ritiri dei rifiuti e la raccolta porta a porta sono oggetto di critica, in quanto non rispettano le ambizioni auspicate dal gruppo consiliare di maggioranza ad Atripalda.

In conclusione di documento, gli autori si chiedono come possano gli attuali amministratori di Atripalda far fronte ai dati negativi sui rifiuti e se si riuniranno per costituire la promessa isola ecologica.

 

Leggi anche