Atripalda, a giugno una marcia contro la discriminazione gay “People have the power”



0
atripalda

L’Associazione “Apple pie – l’amore merita LGBT+”  vuole gridare forte il proprio no all’omo-bi-transfobia e dà appuntamento per il 15 giugno con la marcia ad Atripalda

L’associazione irpina ha organizzato per il 15 giugno la marcia contro la discriminazione sessuale ad Atripalda, in difesa delle categorie Lgbt. LGBT è una sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone lesbiche, gay, bisessuali e trangender.

A due settimane dal grave episodio di omofobia di cui è stato vittima un 23enne di Montemiletto, verso il quale erano state indirizzate forti parole di odio ed incitamento alla violenza scritte su un bigliettino lasciato sotto l’uscio della sua abitazione, l’associazione, tramite la pagina Facebook ha annunciato che quest’anno la marcia si terrà ad Atripalda per favorire l’inclusione tra i territori e rafforzare la rete di cittadinanza attiva e accogliere il maggior numero di partecipanti per promuovere un progetto di sensibilizzazione che possa fungere da sprone per tutta la comunità LGBT.godot

Il tema di quest’anno è “People have the power”, con l’obiettivo di portare gli esempi e le testimonianze di coloro i quali hanno avuto la forza e la tenacia di cambiare la loro vita e di migliorare il mondo.

L’associazione l’anno scorso organizzò la prima marcia ad Avellino contro la discriminazione sessuale (parteciparono oltre 500 persone), in cui era presente anche una delegazione Agedo, l’associazione di genitori di figli omosessuali presieduta da mamma Carmela Smaldone che dichiarò di essere in piazza perché i loro figli non erano malati e non andavano curati e invitò tutti i genitori a confrontarsi con loro, perché insieme si superano i pregiudizi che spesso sono dettati solo da ignoranza.

Alla manifestazione, organizzata per il 15 giugno, sarà doveroso partecipare perché l’amore non conosce differenze, colori, sesso o qualunque altra differenza. L’amore vero conosce soltanto altro amore.

Leggi anche