Autovelox, non si placano le polemiche ad Atripalda

0
montoro

Dopo i giorni scorsi pieni di polemiche ad Atripalda arriva un ulteriore attacco da parte di Assoconsum di Avellino per quanto riguarda l’Autovelox, l’associazione dei consumatori irpini ribadisce la contrarietà

Continua a far discutere l’autovelox posto sulla variante SS7 Bis, nel territorio di Atripalda. Dopo il botta e risposta tra il Comune di Atripalda ed un notiziario della provincia, contro l’autovelox si schiera l’Assoconsum di Avellino.

L’avvocato Buglione, in qualità di rappresentante di Assoconsum, ha spiegato come l’associazione possa vincere altri ricorsi dopo quello vinto alcuni giorni fa. Infatti Assoconsum è l’unica ad aver trovato più di una irregolarità da parte del Comune di Atripalda.

La stessa Buglione ha affermato di aver dimostrato l’illegittimità da parte del Comune nel ridurre i limiti di velocità. Oltre a ciò lo stesso Ente non avrebbe neanche potuto installare il dispositivo elettronico.

In pratica, l’installazione dell’autovelox va contro le norme del Codice della Strada, in quanto non è stata motivata la riduzione del limite massimo di 70 km/h in quel tratto della SS7 Bis.

Dato l’ottimismo dell’avvocato Buglione e la grande quantità di elementi a sostegno della tesi di Assoconsum, ci si aspetta una grande quantità di vittorie nei prossimi ricorsi.

(LEGGI ANCHEAutovelox, ad Atripalda irregolarità? Le istituzioni chiariscono)