Avellino 2-2 Entella, un punto che vale oro



0
avellino, entella, pagelle, punto

Le reti dei centrocampisti Lasik e Moretti pareggiano le marcature di Catellani e Troiano, regalando ai biancoverdi un punto d’oro. Le pagelle 

I lupi al Partenio conquistano un punto d’oro al termine di 90 minuti matti.
Nel primo tempo a fare il matto ci pensa il portiere dell’Entella: Iacobucci sul rinvio si fa sfuggire il pallone dalle mani per la gioia di Lasik che deposita in rete con un cucchiaio (27′).

La squadra di Breda però non ci sta e, prima con Catellani (35′) nel primo tempo, poi con una botta da fuori di Troiano (66′) nel secondo tempo, ribalta il risultato.
A ristabilire ancora una volta la parità ci pensa Moretti (86′), entrato da 20 minuti, con un tiro dalla distanza che consegna ai lupi un punto fondamentale per la lotta salvezza.

RADUNOVIC: 6

Con il gol di Catellani si interrompono i minuti di imbattibilità che segnavano quota 170, come il numero delle imprecazioni in serbo contate dopo il gol del pareggio dell’Entella. Raddoppia l’Entella, raddoppiano le imprecazioni.

LAVERONE: 5,5

Novellino aveva chiesto un terzino sinistro, il centrocampista adattato a terzino non riesce a smentirlo: sale poco e quando lo fa i suoi cross sono pericolosi solo per i raccattapalle alle spalle di Iacobucci.

JIDAYI: 5,5

Il capitano per un giorno cerca di domare con i muscoli uno degli attacchi più fastidiosi della serie cadetta, ci riesce per metà e faticando sulla velocità dei liguri.

(80′ Soumaré: s.v.)

DJIMSITI: 6,5

L’albanese prova a frenare le incursioni dei nemici tirando su gli scudi, non fanno lo stesso i suoi compagni di reparto.

GONZALEZ: 5

Cross fiacchi, copertura difensiva da rivedere, indagato più della Raggi sul primo gol.

LASIK: 6

Mezzo punto in più per la fortuna di trovarsi al posto giusto al momento giusto quando Iacobucci decide di mettergli il pallone sui piedi. Poi scompare dal campo.

OMEONGA: 6

Ruba ago e filo da Penelope, tesse buone manovre che spesso rovina con passaggi elementari sbagliati. Bene in un paio di dribbling.

PAGHERA: 5,5

Senza capitano il centrocampo irpino si ritrova spesso in alto mare: Paghera ne soffre e spesso ne pagano le conseguenze il gioco e la brillantezza. Mal di mare.

(62′ Moretti: 6,5

Ha bisogno di 20 minuti buoni per abituarsi al campo e far carburare il tiro che regala ai lupi un punto d’oro. Moretti a tutta birra.)

federico moretti, punto
Moretti regala ai lupi un pareggio prezioso

BELLONI: 5

La corsa e la voglia ci sono, ma sbaglia più tempi di gioco che Cassano tempi verbali.  Da rivedere.

(54′ Eusepi: 6)

VERDE: 6

Da come danza sul pallone si intuiscono la tecnica e le movenze di un’altra categoria. Nel finale si concentra più sul ballo e meno sul pallone, mancando un po’ di concretezza.

ARDEMAGNI: 5,5

Manca del cinismo che lo aveva contraddistinto a Brescia. Passa dai diamanti alla pietra pomice in 5 minuti: sfiora un gol con stop di petto e rovesciata conseguente che avrebbe fatto venir giù il Partenio, poi fallisce una buona occasione sparando alle stelle e si incarta tentando un’altra rovesciata poco più tardi.

Leggi anche