Avellino, allarme tubercolosi: 12enne ricoverato d’urgenza



0
tubercolosi

Grande preoccupazione in città per un caso di tubercolosi che ha colpito un bambino di 12 anni, originario di San Potito, studente della “Leonardo Da Vinci”

Allarme tubercolosi ad Avellino: grande preoccupazione ed agitazione per un bambino di 12 anni, originario di San Potito, che nelle ultime ore è stato ricoverato d’urgenza per aver contratto il batterio responsabile della malattia. Il 12enne frequenta la scuola media “Leonardo Da Vinci”, situata nel centro cittadino: sono subito scattate le misure preventive, per scongiurare un ipotetico contagio.

La scuola media Leonardo da Vinci

I genitori del piccolo infatti, spaventati e turbati dall’accaduto, si sono precipitati tempestivamente in Comune per chiedere l’intervento del sindaco Paolo Foti: il primo cittadino ha inviato subito una comunicazione all’ASL e all’istituto scolastico dove studia il ragazzino. Poche ore fa è arrivata l’ordinanza di chiusura per la scuola media “Leonardo Da Vinci”, in modo da avviare le consuete procedure di profilassi.

Ma che cos’è la tubercolosi e come si cura?

La tubercolosi (TBC) è una malattia infettiva contagiosa, acuta o cronica, causata da un batterio, il Mycrobacterium tuberculosis, che può sopravvivere per lungo tempo alle basse temperature, ma è molto sensibile alla luce del giorno e alla pastorizzazione a 60°C. Il batterio può infettare una persona attraverso le vie respiratorie oppure con gli alimenti e gli organi più colpiti sono in genere i polmoni. I sintomi più comuni sono tosse con fuoriuscite di sangue, febbre, sudorazione notturna e perdita di peso. La malattia è facilmente curabile con un trattamento a base di antibiotici.

 

Leggi anche