Avellino: altro colpo inferto allo spaccio di stupefacenti

0
avellino

Avellino: sventata dalla Squadra Mobile della Questura un’altra organizzazione di traffico di stupefacenti in città, arrestati due uomini avellinesi di 26 e 49 anni

Un ulteriore colpo è stato inferto ieri pomeriggio allo spaccio di stupefacenti nella città di Avellino, quando gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Avellino, in Via Raimo, nei pressi di una scuola elementare, hanno arrestato due uomini colti in flagranza di reato.

A destare i sospetti della Polizia il riconoscimento di uno dei due soggetti, un pregiudicato di 49 anni, già conosciuto, che seduto sulla propria autovettura sembrava stesse aspettando qualcuno. Intercettato subito lo scambio che di lì a poco sarebbe avvenuto tra il pregiudicato ed un giovane incensurato di 26 anni, residente nel Parco Castagno nella zona San Tommaso, i due soggetti vengono fermati e perquisiti.avellino

Il pregiudicato di 49 anni veniva trovato con 23 g di cocaina, mentre il giovane incensurato, con 500,00 euro e 5 g di cocaina. Identificato quindi il soggetto più giovane come il venditore, la Squadra Mobile ha deciso di andare a perquisire l’abitazione del soggetto e lì, in uno dei garage dei quali il ragazzo possedeva le chiavi, è stato rinvenuto un vero e proprio laboratorio ben organizzato per il traffico di stupefacenti: 1 kg e 641 g di hashish, 120 g di cocaina, bilancini, guanti e mascherine, macchina del sottovuoto, bustine di Portolac per tagliare le dosi, busta con dieci telefoni cellulari con e senza scheda, ecc.

Il ragazzo figlio di pregiudicati, sebbene incensurato, aveva organizzato un laboratorio di spaccio ben strutturato e la Squadra Mobile grazie all’acuta decisione di perquisire l’abitazione del soggetto e di non fermarsi quindi alla sanzione amministrativa, ha reso possibile l’arresto per spaccio del giovane che si trova a momento presso il Carcere di Bellizzi di Avellino.avellino

Anche per l’altro soggetto di 49 anni già conosciuto alle Forze dell’ordine è stata effettuata la perquisizione presso l’abitazione dove anche qui sono stati portati alla luce materiali per l’organizzazione del taglio e dello spaccio degli stupefacenti.