Avellino troppo amichevole: vince il Frosinone



0
Avellino

Frosinone batte Avellino con un secco 2-0: a segno Dionisi e Ciofani su rigore. Tra le note positive, davvero poche, il rientro in campo di Davide Gavazzi

FORMAZIONI INIZIALI –  Avellino con il consueto 4-4-2: Kresic e Marchizza centrali di difesa, con Ngawa dirottato a destra. La linea a quattro di centrocampo è ormai quella classica, mentre in avanti in appoggio ad Asencio c’è finalmente Davide Gavazzi, che speriamo si sia lasciato alle spalle gli infortuni. Frosinone invece con Soddimo e Dionisi a supporto di Ciofani nel 3-4-2-1 di Longo. Frosinone che scende in campo con la solita tenuta interamente gialla, mentre l’Avellino scende in campo con la divisa nera. A dirigere l’amichevole è il signor Balice.

Avellino, Frosinone, Amichevole
Le formazioni che sono scese in campo dal primo minuto dell’amichevole tra Frosinone e Avellino

PRIMO TEMPOPochi lampi di Avellino e la netta superiorità del Frosinone: così si riassume il primo tempo di gioco. Pronti via e al 2’ l’Avellino sbatte contro il palo: cross dalla sinistra di Falasco con Asencio che impatta di testa: il legno ferma tutto. Inizia dunque il dominio Frosinone. Radu disinnesca una conclusione su punizione di Dionisi all’undicesimo minuto di gioco ma poi non può nulla al 18’, quando Molina perde palla a centrocampo e il Frosinone verticalizza in due passaggi, il terzo è un cioccolatino di Ciofani per Dionisi che a rimorchio spiazza Radu. L’Avellino ha molte difficoltà nel creare gioco e infatti si riaffaccia dalle parti di Bardi solo alla mezz’ora, con un sinistro di Falasco, tra i più attivi, che scheggia il palo. Al 35’ raddoppia il Frosinone: cross di Beghetto dalla sinistra, Kresic interviene con il braccio: rigore che Ciofani trasforma calciando centrale. Niente recupero e fine primo tempo.

SECONDO TEMPOScialbo e dai ritmi bassissimi, se ne va così il secondo tempo tra Avellino e Frosinone, complici anche girandole di cambi in entrambe le squadre, con gli assetti completamente stravolti, ricchi di giovani che hanno preso parte a questa sgambata, giusto prima della ripresa fissata per la prossima settimana. Da segnalare solo un destro di Ciofani che fa la barba al palo al 51’.

CONSIDERAZIONIDoveva essere un’amichevole e tale è stata. Per l’Avellino tante difficoltà a fare gioco, si è lavorato soprattutto sul pressing, a tratti efficace, altre volte più che evanescente. Nota positiva è la prestazione degli esterni bassi dell’Avellino, con Falasco e Ngawa quasi impeccabili. Bella notizia di giornata è il rientro di Davide Gavazzi, che mette finalmente di nuovo piede su un campo da gioco, muovendosi alla ricerca della forma fisica adatta per poter dare una mano nella seconda parte di stagione.

Leggi anche