Avellino, verso le amministrative: chi si candiderà a Sindaco?

0
avellino

Avellino si avvicina al nuovo voto per le amministrative: a pochi mesi dal ritorno alle urne, molti scenari restano ancora aperti, ma iniziano a circolare i primi nomi e le prime alleanze

Nei prossimi mesi i cittadini di Avellino si ritroveranno, ad un anno di distanza, a scegliere nuovamente il Primo Cittadino. Già da un po’ sono iniziate le trattative per costituire le squadre di candidati alla carica di sindaco e di consigliere comunale. Molte sono ancora le incognite, ma già iniziano a venir fuori i primi nomi.

Nell’ala pentastellata dell’ex sindaco, sfiduciato in aula consiliare, non è certa la ricandidatura di Vincenzo Ciampi. Infatti è possibile la discesa in campo di una figura a sorpresa, che possa tracciare una nuova linea per il Movimento.

La Lega, molto probabilmente, si presenterà separata dagli alleati di centrodestra delle elezioni del 4 marzo 2018. E’ possibile una ricandidatura di Sabino Morano, anche se è possibile una convergenza interna sul nome di Angelo Govertosa o di Ettore De Conciliis.

elezioni comunali- amministrative

Praticamente scontata è la candidatura di Gianluca Festa, anche se non è certo vederlo sotto il simbolo del PD. Certa è invece l’asse con l’ex deputato Angelo D’Agostino e con l’ex consigliere di Avellino, Livio Petitto, eletto nelle file dei democratici. Anche Stefano Luongo potrebbe appoggiare Festa.

Ci sarà spazio anche per Luca Cipriano, sostenuto dalle associazioni “Ossigeno” e “Mai più”. Possibile l’appoggio di Forza Italia, che non si presenterà insieme ai salviniani. Secondo alcune voci, l’ex presidente del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino potrebbe trovare il consenso anche tra alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle. Anche i popolari di Maurizio Petracca potrebbero sostenere Cipriano.

E’ ancora avvolta nel mistero la scelta del movimento civico costituito da ex assessori della giunta Foti, come Arturo Iannaccone, Ugo Tomasone e Maria Elena Iaverone.

E’ lecito aspettarsi la candidatura dei “Cittadini in movimento” di Massimo Passaro e di Costantino Preziosi, che, come per le ultime amministrative, potrebbe presentarsi come alternativa civica al centrodestra.