Avellino, l’appello “Pensiamo alla Salute!” di 20 associazioni per i candidati sindaco



0
avellino, affluenza

Lunedì 13 maggio 2019 alle ore 16:30 presso il Circolo della Stampa in Corso Vittorio Emanuele ad Avellino, le Associazioni riunite per la campagna “Pensiamo alla salute!” presentano l’Appello pubblico rivolto ai futuri Candidati Sindaco per la città di Avellino

«Pensiamo alla salute! è l’Appello pubblico di 20 Associazioni a tutti i candidati Sindaco di Avellino per chiedere di sottoscrivere 8 impegni chiari per il benessere delle generazioni avellinesi presenti e future.

Perché la salute è una cosa seria e ci riguarda tutti. Soprattutto quando questa si misura rispetto ad un inquinamento ambientale che non può essere più trascurato.

Perché Avellino può essere un’isola felice ma non è più un’isola incontaminata. E noi tutti mangiamo i frutti, beviamo l’acqua e respiriamo l’aria di questa nostra terra.
Nel corso della conferenza stampa sarà diffuso e reso disponibile l’Appello integrale con gli 8 impegni e i dettagli per ciascun punto.

Avellino ha il livello medio di polveri sottili PM10 più alto in Italia (Rapporto Mal’Aria 2019 – Legambiente1). Con un valore pari a 42 μg/mc, Avellino supera perfino Torino (41,9), Milano (39,8) e numerose altre città della Pianura Padana collocate in realtà ben più antropizzate e industrializzate.avellino

Se da un lato è nota la risonanza mediatica per gli sforamenti delle polveri sottili delle grandi città metropolitane, risulta preoccupante l’assenza di un profondo dibattito pubblico circa la grave condizione dell’area di Avellino.

LA FIRMA

“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla” ha affermato Martin Luther King.

Chiediamo ai candidati Sindaco di Avellino di fare della questione ambientale e della salute dei cittadini una priorità della propria visione politica “perché la salute è una cosa seria”. Invitiamo tutti i candidati Sindaco di Avellino a firmare il nostro Appello entro il 20 maggio e ad assumere la responsabilità di adoperarsi per mettere in pratica gli 8 impegni di «Pensiamo alla salute!».

Leggi anche