Avellino, arriva il “Down Tour” per far capire le potenzialità di queste persone



0
avellino

Ad Avellino arriva il camper del “Down Tour” dal 22 al 24 settembre in Corso V. Emanuele, per raccontare le qualità e le potenzialità delle persone con sindrome di down

Il “Down Tour” fa tappa ad Avellino: l’Associazione Italiana Persone Down sta festeggiando i suoi 40 anni di attività in camper, toccando 38 delle 54 sezioni locali in un viaggio iniziato il 21 marzo da Roma.

Una lunga ed entusiasmante staffetta che sta animando le piazze italiane allo scopo di incontrare quante più persone possibili e raccontare loro le qualità e le potenzialità delle persone con la sindrome di Down.avellino

Il camper, proveniente da Napoli, arriverà ad Avellino, precisamente nei pressi della villa comunale lungo Corso V. Emanuele, domenica 22 settembre alle ore 18.30 e sosterà nel capoluogo irpino fino a martedì 24 settembre per poi ripartire alla volta di Caserta.
Ricco ed articolato il programma della tre giorni organizzata dalla sezione avellinese presieduta da Gerardo Pepe.

Domenica, dopo l’arrivo del camper, è previsto un momento canoro con il karaoke che allieterà grandi e piccini e a cui la cittadinanza è invitata a partecipare. Lunedì 23 settembre, alle ore 20, i ragazzi dell’associazione serviranno ai tavoli della pizzeria “Verde Basilico” di Avellino per una serata da trascorrere tutti insieme tra allegria e solidarietà.

Martedì 24 settembre, alle ore 18, si terrà un evento musicale nei pressi della villa comunale organizzato in collaborazione con l’associazione culturale “IAMA” di Angela Ruggiero .

“Siamo contenti – afferma Gerardo Pepe – che la città di Avellino sia stata inserita nel tour nazionale a dimostrazione del fatto che in questi anni la nostra sezione locale ha lavorato bene, impegnandosi su vari fronti allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e creare occasioni di aggregazione ed inclusione sociale su tutto il territorio. C’è ancora tanto da fare ma siamo pronti ad andare avanti con entusiasmo e determinazione perché i nostri ragazzi e le nostre ragazze meritano attenzione e rispetto. Cogliamo l’occasione per invitare la cittadinanza a partecipare alla tre giorni”.

Leggi anche