Avellino, attentato al Palazzo Vescovile



0
avellino
Fonte "PrimaTivvù"

Un ordigno fatto con bombolette di gas da campeggio è stato fatto esplodere davanti al Palazzo Vescovile di Avellino. Tre persone ustionate

Una deflagrazione improvvisa ha scosso gli abitanti della centralissima Piazza Libertà ad Avellino. Un pacco bomba contenete bombolette di gas da campeggio è stato fatto esplodere davanti al Palazzo Vescovile del capoluogo. In sede era presente anche il Vescovo, Monsignor Arturo Aiello.

Tre persone sono state ferite, due in maniera lieve (un agente di Polizia Municipale e il Presidente della Caritas Carlo Mele), una in maniera più seria, riportando forti ustioni. Quest’ultima pare si stesse avvicinando al pacco sospetto per accertarsi del contenuto, proprio nel momento della deflagrazione.

avellino
Fonte “Primativvù”

L’attentatore, probabilmente salernitano residente nella provincia di Avellino e affetto da disagi psichici, ha tentato la fuga, ma è stato fermato da un agente di Polizia Municipale, con l’aiuto di un cittadino.

Dopo l’accaduto i Vigili del Fuoco hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona. Alcune bombolette, infatti, risultavano ancora inesplose. La Polizia ha avviato le indagini con l’ausilio della Scientifica. Sul posto è immediatamente giunto anche il sindaco di Avellino Gianluca Festa.

Sarebbe stata esclusa la pista terroristica e si indaga, piuttosto, sui rapporti che l’attentatore avrebbe avuto in passato con la Caritas Diocesana.

 

 

 

Leggi anche: AVELLINO CALCIO-CATANIA, INFO BIGLIETTERIA PER LA PARTITA DEL 25 AGOSTO

Leggi anche