Avellino Calcio, i Lupi superano il Bari e si qualificano al turno successivo



0
Avellino Calcio

All’esordio stagionale al «Partenio-Lombardi», l’Avellino Calcio sotto un sole cocente ha battuto 1-0 i Galletti, eliminandoli dalla Coppa Italia

Non c’è due senza tre. La famiglia De Laurentiis, al «Partenio-Lombardi», non passa. Ed è una tradizione ormai storica, che si tramanda da padre in figlio. Prima Aurelio De Laurentiis con il Napoli nel 2005 e poi l’erede Luigi con il Bari (sia a maggio scorso che ieri), pur avendo delle corazzate hanno dovuto gettare le armi nella tana dei Lupi. All’esordio stagionale tra le mura amiche, infatti, l’Avellino Calcio sotto un sole cocente ha battuto 1-0 i Galletti, eliminandoli dalla Coppa Italia.

Queste le azioni salienti della gara:

Dopo pochi minuti, Abibi esce coraggioso su Simeri lanciato in area.

14º: Bari vicina al vantaggio. Su corner ci arriva Perrotta, uno degli ex della gara, ma non trova la giusta coordinazione.

16º: Micovschi scambia con Albadoro e scaglia un sinistro deviato in angolo.

19º: Abibi prima smanaccia su punizione e poi blocca un rasoterra di Antenucci.

23º: Di Paolantonio, che finora si è fatto notare per precisi lanci millimetrici, ci prova dalla distanza ma Frattali, altro ex, blocca.

28º: Celjak commette una disattenzione, Simeri non ne approfitta.

35º: punizione dalla trequarti, il colpo di testa di Sabbione finisce sul fondo.

36º: Scavone calcia alto sopra la traversa.

38º: altra uscita prodigiosa di Abibi.

39º: traversone di Celjak, la difesa biancorossa respinge e Di Paolanonio sulla ribattuta calcia alto.

41º: punizione di Schiavone deviata in angolo.

43º: ammoniti Morero e Terrani per gioco scorretto.

Secondo tempo

Nell’intervallo, mister Ignoffo mette dentro Njie per Morero. La fascia di capitano passa a Di Paolantonio. Per i Galletti, invece, esce Berra per Costa.

6º: proprio Njie si imbuca in area, Perrotta tocca di mano e l’arbitro indica il rigore. Dal dischetto, Di Paolantonio sblocca il risultato spiazzando l’estremo difensore biancorosso.Avellino Calcio

11º: l’Avellino Calcio sostituisce Palmisano, un po’ in difficoltà, con Silvestri.

20º: escono Terrani e Corsinelli, rispettivamente per Neglia e Floriano.

21º: corner di Di Paolantonio, smanaccia Frattali.

23: fuori Albadoro, dentro Parisi.

27º: esce Antenucci per Folorunsho.

32º: ammonito Abibi per comportamento non regolamentare.

34º: entra Ferrari al posto di Scavone.

35º: Alfageme, servito da Rossetti, è troppo macchinoso in contropiede e calcia debolmente in porta.

38º: ammoniti Laezza e Costa per gioco scorretto.

40º: ammonito Sabbione per gioco scorretto.

Nel finale, Laezza salva su una conclusione a botta sicura di Neglia.

L’Avellino Calcio, con questa vittoria, si è aggiudicata il passaggio del turno grazie ai 4 punti accumulati nel girone.

Formazioni

AVELLINO CALCIO (3-5-2): 22 Alessio Abibi, 2 Vedran Celjak, 4 Luca Palmisano, 5 Santiago Morero (capitano), 6 Walter Zullo, 7 Alessandro Di Paolantonio, 8 Marco Rossetti, 11 Diego Albadoro, 19 Claudiu Micovschi, 21 Luis Alfageme, 23 Giuliano Laezza.

In panchina: 1 Alessandro Tonti, 12 Antonio Pizzella, 15 Fallou Njie, 17 Alessandro Falco, 18 Fabiano Parisi, 24 Tommaso Carbonelli, 27 Sergio Saporito, 29 Marco Silvestri, 33 Silvio Petrucci, 35 Mario Corcione.

Allenatore: Giovanni Ignoffo.Avellino Calcio

BARI (4-2-3-1): 1 Pierluigi Frattali, 3 Marco Perrotta, 7 Mirco Antenucci, 9 Simone Simeri, 13 Alessio Sabbione, 16 Francesco Corsinelli, 18 Mateusz Tomasz Kupisz, 23 Andrea Schiavone, 26 Filippo Berra, 27 Giovanni Terrani, 29 Manuel Scavone.

In panchina: 22 Davide Marfella, 4 Filippo Costa, 5 Giuseppe Esposito, 8 Zaccaria Hamlili, 10 Roberto Floriano, 11 Samuele Neglia, 14 Francesco Bolzoni, 17 Eugenio D’Ursi, 19 Franco Ferrari, 20 Michael Folorunsho, 21 Andrea Feola, 24 Bruno Cascione.

Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Arbitro: Antonino Costanza di Agrigento. Assistenti: Ivan Catallo di Frosinone; Franck Loic Nana Tchato di Aprilia.

Recupero: 1′ pt e 5′ st.

Spettatori paganti: 3.212 paganti (di cui 200 ospiti).

Leggi anche