martedì - 20 Ottobre 2020

Moscati, altri due pazienti deceduti nel Covid Hospital

Sale anche il numero dei deceduti per Coronavirus presso il Covid Hospital dell'ospedale Moscati di Avellino Sono deceduti due pazienti positivi al nuovo Coronavirus ricoverati...
More

    Avellino Calcio, i Lupi sono campioni d’Italia di Serie D. Ecco le pagelle

    Ultime Notizie

    Moscati, altri due pazienti deceduti nel Covid Hospital

    Sale anche il numero dei deceduti per Coronavirus presso il Covid Hospital dell'ospedale Moscati di Avellino Sono deceduti due pazienti positivi al nuovo Coronavirus ricoverati...

    Coronavirus Avellino, un 15enne ricoverato al Moscati

    È stato ricoverato presso la palazzina Covid un 15enne di Avellino risultato positivo al Coronavirus. È il più giovane tra i ricoverati irpini ad...

    Forino, insegnante positiva al Coronavirus 15 bambini in isolamento

    Insegnante della scuola di Forino positiva al Coronavirus 🔴 COVID-19, SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA COMUNE DI FORINO - AGGIORNAMENTO/7 Anche la giornata che ci apprestiamo a concludere è...

    Lioni, altre persone positive al Coronavirus

    Altri tre positivi al Coronavirus nel comune di Lioni, a comunicarlo lo stesso sindaco Gioino Ci è stato comunicato che sono risultate positive altre tre...

    Battuto il Lecco ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 1-1 (gol di Capogna e pareggio, dopo quattro minuti, di Morero). Questi i voti ai giocatori dell’Avellino Calcio

    L’Avellino Calcio batte il Lecco ai calci di rigore e si laurea campione d’Italia di Serie D, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 1-1. Allo stadio «Renato Curi» di Perugia, nonostante la stanchezza e il clima mite, le due finaliste si sono affrontate a viso aperto, riscontrando un sostanziale equilibrio. I Lupi hanno interrotto la striscia di vittorie consecutive (almeno nei 90 minuti) e il record di porta inviolata (infatti, non subivano gol dal 28 aprile scorso, quindi da oltre 500 minuti di gioco).

    - Advertisement -

    Dal canto suo il Lecco, guidato da Marco Gaburro (allenatore e scrittore, l’anno scorso ha ottenuto una promozione con il Gozzano), aveva stravinto il proprio girone matematicamente il 31 marzo scorso, con ben 27 punti di vantaggio sulla seconda, tornando in Serie C dopo 7 anni.Avellino Calcio

    Ecco le pagelle dell’Avellino Calcio

    DIFESA

    Lagomarsini – 7: sostituisce Viscovo (afflitto da un problema muscolare). Attento al 12º su un sinistro al volo ravvicinato di D’Anna, sbaglia un rinvio alla mezz’ora. Sicuro nelle uscite, al 69º è bravo a respingere un tiro del solito D’Anna. Intuisce la traiettoria di Segato al primo tiro dal dischetto e para il secondo penalty nella lotteria dei rigori, respingendo la conclusione di Pedrocchi.

    Betti – 5,5: il terzino classe 2000 arrivato dal Foggia, nel secondo tempo è provvidenziale salvando sulla linea di porta un colpo di testa, ma è in evidente difficoltà e infatti sulla sua fascia nasce il gol di Capogna (su assist di D’Anna, l’undicesimo personale della stagione).

    Morero – 8: il difensore goleador dell’Avellino Calcio non doveva esserci a causa di un ematoma, ma la sua presenza è determinante. Pareggia dopo quattro minuti con un colpo di testa sul secondo palo, siglando il suo sesto centro stagionale. Da segnalare anche un lancio per De Vena al 18º, che si presenta tutto solo davanti a Safarikas. È il primo a mettere la palla sul dischetto quando la sfida si decide ai rigori e, con un tiro centrale e potente, gonfia la rete. Cuore di capitano.

    Dionisi – 6,5: compone la cerniera difensiva con Morero. Lo specialista in promozioni (ben quattro in Serie D) sbaglia uno stop al 19º, ma né D’Anna né Silvestro ne approfittano. Preciso nell’allontanare le minacce offensive dei blucelesti, al 42º ancora D’Anna lo supera con un gran numero. Perfetto in anticipo su Silvestro dopo pochi minuti.

    Parisi – 7,5: spreca un’occasione dopo sette minuti, dove affonda in un corridoio ma si allunga troppo il pallone. Ammonito al 13º per un intervento da dietro su Corna, al 34º si rende protagonista di una grande azione, in cui mette a sedere proprio Corna, controlla palla e prova con un sinistro potente che finisce non molto alto. Gara di personalità, uno dei migliori in campo.Avellino Calcio

    CENTROCAMPO

    Tribuzzi – 6,5: cerca, invano, le sovrapposizioni di Betti. Al 36º mister Bucaro lo cambia di fascia e, sull’out sinistro, subito si fa notare per una galoppata. A inizio ripresa, preferisce tirare anziché servire Alfageme in area. Tra i giocatori dell’Avellino Calcio è quello che ha più fiato ed energia, inesauribile la sua spinta.

    Matute – 6: spezza il gioco avversario, al 17º fa muro su una conclusione di Pedrocchi sugli sviluppi di un calcio d’angolo (dal 56º Pepe – 5: gettato nella mischia per alzare un po’ il ritmo di gioco, all’81º viene ammonito per simulazione. Sbaglia il penalty del possibile doppio vantaggio ai rigori).

    Di Paolantonio – 8: autore di una doppietta nella semifinale contro la Pergolettese, è il faro della mediana biancoverde. Dopo pochi minuti lancia Alfageme, che si invola in area, e poi si fa notare con un tunnel ai danni di un avversario. Al 50º controlla palla e la sua conclusione finisce sopra la traversa. È suo l’assist per Morero, con un cross morbido su calcio di punizione. Si becca un cartellino giallo all’87º. Classe sopraffina, va a segno ai rigori con un destro a incrociare.

    Carbonelli – 5,5: parte molto largo sulla sinistra, poi cambia fascia ma non riesce ad incidere lo stesso (dal 56º Buono – 6: originario di Terni, per lui è quasi un derby giocare a Perugia. Si rende utile alla causa).Avellino Calcio

    ATTACCO

    Alfageme – 5,5: a inizio gara costruisce una sponda invitante per De Vena e dà una mano in fase difensiva. Parte bene, ma poi si rende avulso dal gioco cadendo spesso nella trappola dell’offside (dal 60º Sforzini – 6: fa a sportellate con i difensori avversari, facendo valere la sua statura. Un po’ impreciso, all’83º il portiere avversario esce a vuoto ma il “Tagliagole” lo carica fallosamente).

    De Vena – 6: dopo neanche due minuti di gioco, il suo sinistro velenoso finisce di poco a lato. Al 18º ha l’occasione per passare in vantaggio, su un lancio di Morero parte in posizione regolare ma calcia su Safarikas in uscita, che gli chiude lo specchio della porta. Nella ripresa sparisce dal radar ed esce stanchissimo chiudendo la sua prima stagione con la maglia dell’Avellino Calcio con 23 gol, tra campionato, spareggio e Poule Scudetto (dal 70º Ciotola – 6: energia ed esperienza per il CN7 biancoverde).

    Latest Posts

    Moscati, altri due pazienti deceduti nel Covid Hospital

    Sale anche il numero dei deceduti per Coronavirus presso il Covid Hospital dell'ospedale Moscati di Avellino Sono deceduti due pazienti positivi al nuovo Coronavirus ricoverati...

    Coronavirus Avellino, un 15enne ricoverato al Moscati

    È stato ricoverato presso la palazzina Covid un 15enne di Avellino risultato positivo al Coronavirus. È il più giovane tra i ricoverati irpini ad...

    Forino, insegnante positiva al Coronavirus 15 bambini in isolamento

    Insegnante della scuola di Forino positiva al Coronavirus 🔴 COVID-19, SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA COMUNE DI FORINO - AGGIORNAMENTO/7 Anche la giornata che ci apprestiamo a concludere è...

    Lioni, altre persone positive al Coronavirus

    Altri tre positivi al Coronavirus nel comune di Lioni, a comunicarlo lo stesso sindaco Gioino Ci è stato comunicato che sono risultate positive altre tre...