Avellino Calcio, il Catania passeggia al «Partenio-Lombardi» e vince 6-3



0
Avellino Calcio

La prima frazione di gioco si era chiusa 2-1 in favore degli etnei, che nel secondo tempo hanno dilagato. Doppietta di Di Paolantonio per l’Avellino Calcio

Esordio da incubo per l’Avellino Calcio, che alla 1ª giornata del campionato di Lega Pro, girone C, al «Partenio-Lombardi» viene sconfitta 6-3 dal Catania. Una sonora battuta d’arresto che, dopo le uscite ufficiali di Coppa Italia contro Paganese e Bari che avevano fatto ben sperare, suona già come un campanello d’allarme.

Queste le azioni salienti della partita:

5º: cross di Palmisano, il colpo di testa di Albadoro è troppo centrale e Furlan blocca senza problemi.

9º: Catania vicina al vantaggio. Su un rimpallo in area, la sfera finisce sui piedi di Di Piazza, la conclusione a botta sicura viene respinta da Abibi. La posizione era buona, il guardalinee non aveva alzato la bandierina del fuorigioco.

10º: etnei ancora pericolosi. Lodi allarga per Llama che crossa rasoterra dalla sinistra, la palla attraversa tutta l’area, ci arriva Dall’Oglio che calcia potente ma alto.

13º: corner battuto da Lodi, la traiettoria sorprende Abibi ma termina sopra la traversa.

15º: Sarno si accentra e serve Di Piazza che si presenta a tu per tu con Abibi, ma il suo sinistro rasoterra fa la barba al palo.

17º: cross di Biondi, si allunga Abibi, tiro al volo di Silvestri che finisce in Curva.

18º: Alfageme, lanciato da Palmisano, si accentra ma come sempre è troppo macchinoso e la sua corsa si frena sui piedi dell’avversario, perdendo una buona occasione.

22º: Alfageme parte in contropiede, corre palla al piede ma il passaggio per Albadoro è troppo corto e sfuma un’altra opportunità.

22º: Catania in vantaggio. Cross di Pinto, il bomber Di Piazza anticipa Morero e insacca. 1-0 per gli etnei. Festeggiano i 250 tifosi catanesi giunti al «Partenio-Lombardi».

24º: i Lupi provano subito a reagire. Cross di Rossetti, Albadoro viene anticipato in angolo.

25º: azione di contropiede del Catania, culminata con un tiro a giro di Sarno che finisce di poco fuori.

28º: cross dalla sinistra di Pinto, a vuoto Abibi, non ci arriva nessuno. Sospiro di sollievo per i biancoverdi, in evidente difficoltà.

30º: 2-0 per il Catania. Lodi, storicamente la “bestia nera” dei Lupi, segna su punizione. È notte fonda per l’Avellino Calcio. Etnei avanti meritatamente.

32º: schema su punizione, Di Paolantonio mette in mezzo, capitan Morero ci arriva di testa ma la sua incornata finisce a lato.

34º: i Lupi accorciano le distanze. Conclusione potente di Di Paolantonio, Furlan non trattiene, tap-in vincente di Albadoro. Prima rete con la maglia dell’Avellino Calcio per il centravanti partenopeo, ex Ternana.

43º: ancora un’azione pericolosa dalla sinistra. Cross teso di Pinto, Dall’Oglio colpisce a botta sicura di testa, palla di poco sopra la traversa.

Nel recupero della prima frazione di gioco, Di Paolantonio lancia Alfageme, il quale serve Rossetti in corsa, il centrocampista biancoverde calcia di prima ma la conclusione è fuori misura.

Secondo tempo

5º: la ripresa inizia subito in salita per l’Avellino Calcio. Il Catania, infatti, torna con il doppio vantaggio. La scucchiaiata di Di Molfetta scavalca la difensa biancoverde, Di Piazza con un pallonetto supera Abibi. Doppietta per il bomber rossoblu e 3-1 per gli etnei.

9º: Albadoro si gira e di sinistro prova la conclusione, palla alta.

13º: Di Molfetta entra in area e si coordina male per la conclusione.

14º: prima sostituzione della partita. Per il Catania esce Llama ed entra Welbeck-Maseko.

17º: l’Avellino Calcio sostituisce Rossetti con Silvestri. Poco dopo, un angolo battuto da Di Paolantonio viene smanacciato da Furlan.

20º: ammonito Biondi per gioco scorretto.

23º: doppia sostituzione per gli etnei. Fuori Dall’Oglio e Sarno, rispettivamente per Mazzarani e Catania.

24º: 4-1 per i rossoblu. Stavolta ad andare in rete è proprio Welbeck-Maseko, con un tiro da fuori area.

28º: 5-1 per il Catania. Mazzarani, appena entrato, controlla un lancio e lascia partire un tiro indirizzato nel sette. Il trequartista esulta mimando di scagliare una freccia verso il cielo.

29º: per i Lupi fuori Palmisano, dentro Carbonelli. Gli etnei, invece, sostituiscono Di Piazza con Curiale e Di Molfetta con Bucolo.

30º: incredibile al «Partenio-Lombardi», 6-1 per il Catania. Lodi avanza e orchestra l’azione di contropiede, poi passa a Catania che di prima serve Bucolo, anche lui entrato da pochissimo, il quale lascia partire un fendente che finisce alle spalle di Abibi.

32º: timida reazione dei Lupi. Di Paolantonio entra in area, salta due uomini e con il destro la mette dentro per il 2-6.

35º: Alfageme viene atterrato in area e si procura un rigore. Ammonito il portiere rossoblu Furlan.

36º: Di Paolantonio realizza dal dischetto. Doppietta per il metronomo biancoverde. Avellino Calcio-Catania 3-6.Avellino Calcio

38º: cross di Celjak, debole colpo di testa di Albadoro che è preda facile dell’estremo difensore etneo.

41º: l’Avellino Calcio sostituisce Alfageme con Petrucci.

43º: potente conclusione dalla trequarti di Pinto, Abibi la mette in angolo.

A fine partita, la Curva Sud applaude comunque i ragazzi. Domenica prossima, l’Avellino Calcio sarà di scena a Vibo Valentia.Avellino Calcio

Formazioni

AVELLINO CALCIO (3-5-2): 22 Alessio Abibi, 2 Vedran Celjak, 4 Luca Palmisano, 5 Santiago Morero (capitano), 6 Walter Zullo, 7 Alessandro Di Paolantonio (vicecapitano), 8 Matteo Rossetti, 11 Diego Albadoro, 19 Claudiu Micovschi, 21 Luis Alfageme, 23 Giuliano Laezza.

In panchina: 1 Alessandro Tonti, 12 Antonio Pizzella, 15 Fallou Njie, 17 Alessandro Falco, 24 Tommaso Carbonelli, 27 Sergio Saporito, 29 Marco Silvestri, 33 Silvio Petrucci, 35 Mario Corcione.

Allenatore: Giovanni Ignoffo.Avellino Calcio

CALCIO CATANIA (4-3-3): 1 Jacopo Furlan, 5 Tommaso Silvestri, 7 Vincenzo Sarno, 8 Davide Di Molfetta, 9 Matteo Di Piazza, 10 Francesco Lodi (capitano), 13 Lorenzo Saporetti, 16 Cristian Llama (vicecapitano), 20 Giovanni Pinto, 21 Kevin Biondi, 23 Jacopo Dall’Oglio.

In panchina: 22 Miguel Ángel Martínez, 2 Mario Noce, 3 Moïse Emmanuel Mbendé, 4 Rosario Bucolo, 6 Nana Welbeck-Maseko, 11 Davis Curiale, 15 Giovanni Marchese, 19 Emanuele Catania, 24 Emanuele Pecorino, 25 Michael Liguori, 32 Andrea Mazzarani.

Allenatore: Andrea Camplone.

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce. Assistenti: Giovanni Mittica di Bari e Dario Gregorio di Bari.

Recupero: 2′ pt e 4′ st.

Leggi anche