Avellino Calcio, Giovanni Ignoffo: «Non siamo nelle condizioni migliori»



0
Avellino Calcio

«Ci sono dei dubbi sull’utilizzo di qualche giocatore: Karic, Illanes e De Marco sono tesserati, ma non c’è ancora l’ok» così il mister dell’Avellino Calcio

Oggi pomeriggio, presso la sala stampa «Angelo Scalpati» dello stadio «Partenio-Lombardi», il tecnico dell’Avellino Calcio, Giovanni Ignoffo, ha tenuto una conferenza stampa alla vigilia della 1ª giornata del campionato di Lega Pro, girone C.

Queste le sue parole: «Al di là del fattore campo, siamo ancora abbastanza indietro e ci troviamo ulteriormente in difficoltà con delle alternative e con giocatori fuori che pesano come un macigno. Parisi (squalificato, ndr) e Njie, infatti, sono elementi che in questo momento potevano tornare utili nell’arco dei novanta minuti, quindi sicuramente in generale non siamo nelle condizioni migliori.

Dobbiamo fare una prestazione sul livello di quella contro il Bari, altrimenti corriamo seri rischi – ha aggiunto il trainer dell’Avellino Calcio, Ignoffo – Il campionato è un’altra storia, la Coppa Italia è servita allo staff soprattutto per capire in quale condizione sia la squadra, che come ben sapete non è ottimale. Siamo alla prima di campionato, quindi do il giusto peso a quella che può essere un’opportunità per fare punti, però l’obiettivo rimane quello di proseguire una crescita sotto l’aspetto delle prestazioni.

Secondo Camplone (allenatore del Catania, ndr), la partita inizialmente era abbordabile – ha proseguito Ignoffo – Il Catania ha un certo potenziale e ovviamente si sente superiore all’Avellino Calcio, ma il giudice finale è sempre il campo. Noi siamo gratificati dal fatto che adesso ci sia attenzione attorno alla squadra, anche per quanto riguarda l’organizzazione, però c’è ancora tanto da lavorare».Avellino Calcio

Questi gli altri punti salienti trattati dal tecnico dell’Avellino Calcio, Giovanni Ignoffo

ESORDIO – «Le mie emozioni sono indescrivibili, perché questo è un ambiente che mi ha dato e continua a darmi tanto. Non ci dobbiamo far trasportare soltanto da quelle, bisogna essere anche razionali ma sono felicissimo che Avellino sia il mio punto di partenza da professionista e spero di coronarlo con un risultato positivo».

FORMAZIONE – «Tonti non sta benissimo, quindi quasi certamente partiremo con Abibi. Valuterò con i miei collaboratori gli altri ballottaggi, ci sono tanti dubbi anche sull’utilizzo di qualche giocatore; gli ultimi arrivati – Karic, Illanes e De Marco – sono tesserati regolarmente, sono in ritiro con noi ma burocraticamente ci sono dei passaggi da fare e al momento non c’è ancora l’ok. Aspettiamo se ci saranno novità, comunque cercheremo di fare il massimo con i giocatori a disposizione. Abbiamo cercato di preparare al meglio la situazione tattica, la squadra ha dato determinate certezze nelle gare ufficiali».

TIFOSI – «Il pubblico sta rispondendo alla grandissima, domani avremo veramente una bella cornice. La gente ci sta vicino, perché ha capito la situazione e spero che andrà sempre in questo modo a prescindere dai risultati, ma così sarà perché la gente di Avellino non può stare senza la squadra di calcio. Sul campo dovremo guadagnarci la fiducia e la stima di tutti quanti».Avellino Calcio

AVVERSARIO – «Il Catania ha qualità in tutti i reparti: il portiere (Jacopo Furlan, ndr) è uno dei migliori della categoria; in difesa hanno Silvestri; in mezzo al campo ci sono Lodi e Dall’Oglio; davanti Di Piazza, Curiale; sugli esterni Sarno e Di Molfetta. Sono tutti ottimi giocatori».

MERCATO – «Mi aspetto di trovare elementi validi e soprattutto consoni al percorso che stiamo facendo. Abbiamo fatto determinate richieste al direttore, che ci sta seguendo passo dopo passo. Per quanto riguarda il tipo di giocatore, la prima ricerca è l’uomo, quindi i valori diventano determinanti».

ZULLO – «Ha interpretato benissimo il ruolo del centrale nella difesa a tre, lo ha dimostrato contro il Bari. Per quanto riguarda la sua condizione sta benissimo, sia ieri che oggi ha svolto regolarmente gli allenamenti».

Leggi anche