Avellino Calcio, 14 febbraio 1988: l’ultimo derby in Serie A contro il Napoli



0
Avellino Calcio

Nel giorno di San Valentino, i Lupi persero 4-0 al «San Paolo». Maradona segnò la sua prima rete all’Avellino Calcio, l’unica squadra a cui ancora non aveva fatto gol

Domenica 14 febbraio 1988, esattamente 31 anni fa, l’Avellino Calcio e il Napoli si affrontarono per l’ultima volta in Serie A, alla 19ª giornata (quarta del girone di ritorno) del campionato 1987-1988.

Nel giorno di San Valentino, non ci furono santi per i Lupi (imbattuti da tre gare), che persero 4-0 quel derby a senso unico, dominato in lungo e in largo dagli azzurri, che avevano vinto tutte le partite precedenti in casa, campioni in carica e con lo scudetto cucito sul petto.Avellino Calcio

Con il Napoli già in vantaggio di due reti (grazie alle marcature dei difensori Renica e Francini) e a risultato ormai acquisito, al 22º Diego Armando Maradona segnò la sua prima rete agli irpini, fino a quel momento l’unica squadra a cui ancora non aveva fatto gol. L’attesa durò quattro anni e gli oltre 70.000 spettatori del «San Paolo» vennero ripagati con un gioiello del Pibe de Oro, che seminò cinque biancoverdi prima di scagliare il suo sinistro rasoterra verso il secondo palo. Il fuoriclasse argentino fu anche il capocannoniere di quel torneo, con 15 reti.Avellino Calcio

Maradona fece letteralmente impazzire il suo marcatore, Murelli, tanto da fargli anche un tunnel dalla bandierina del calcio d’angolo.

Al 64º arrivò il quarto gol: Romano partì da lontano, scambiò con Giordano e colpì a botta sicura battendo Di Leo.

Tanti gli ex in campo: Roberto Amodio, Paolo Benedetti, Andrea Carnevale, Fernando De Napoli e lo stesso allenatore Ottavio Bianchi. A fine stagione, il Napoli si classificò 2º, a tre lunghezze dal Milan di Sacchi, mentre l’Avellino Calcio, con il minor numero di partite vinte (appena 5) e il peggior attacco (soltanto 19 reti), retrocesse in Serie B dopo dieci lunghi anni di permanenza in massima serie e nove salvezze consecutive.Avellino Calcio

Le due squadre si incontrarono nuovamente al «San Paolo» il 22 febbraio 2004, ben 16 anni dopo, in Serie B (la partita di andata non si disputò per gli incidenti causati dall’invasione di campo degli ultras napoletani, che si scontrarono con le forze dell’ordine, in seguito ai quali morì il giovane tifoso partenopeo Sergio Ercolano).

Anche quell’anno i Lupi persero (la gara fu decisa da un gol di Savoldi) e, a fine stagione, scesero di categoria.

Queste le formazioni che scesero in campo:

NAPOLI: Claudio Garella, Ciro Ferrara, Giovanni Francini, Salvatore Bagni (dal 76º Luciano Sola), Moreno Ferrario, Alessandro Renica, Antonio Careca, Fernando De Napoli, Bruno Giordano (dal 79º Andrea Carnevale), Diego Armando Maradona, Francesco Romano.

In panchina: Raffaele Di Fusco, Tebaldo Bigliardi, Massimo Filardi.

Allenatore: Ottavio Bianchi.Avellino Calcio

AVELLINO: Nicola Di Leo, Armando Ferroni, Stefano Colantuono, Giacomo Murelli, Roberto Amodio, Enzo Romano, Alessandro Bertoni, Paolo Benedetti (dal 65º Mauro Boccafresca), Walter Schachner, Fabrizio Di Mauro (dal 76º Adolfo Sormani), Francesco Gazzaneo.

In panchina: Vincenzo Di Filippo, Biagio Grasso, Massimo Storgato.

Allenatore: Eugenio Bersellini.Avellino Calcio

Arbitro: Tullio Lanese di Messina.

Spettatori: 71.631.

Negli anni della Serie A, l’Avellino Calcio in trasferta contro il Napoli ha registrato 1 vittoria, 3 pareggi e 6 sconfitte, mettendo a segno soltanto due reti (con Pellegrino Valente e Bruno Limido), subendone 15.

Questi i risultati dei dieci incontri disputati al «San Paolo»:

1978-1979: 3-0

1979-1980: 0-1

1980-1981: 1-0

1981-1982: 0-0

1982-1983: 1-1

1983-1984: 2-0

1984-1985: 0-0

1985-1986: 1-0

1986-1987: 3-0

1987-1988: 4-0

Leggi anche:

Leggi anche