Avellino, Ciampi non è più il sindaco dopo soli 135 giorni



0
Vincenzo Ciampi

Sono stati 23 i si alla mozione di sfiducia al sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi dopo una discussione in aula consiliare durata sei ore

Vincenzo Ciampi non sarà più sindaco di Avellino, dopo una seduta di Consiglio comunale stentante e lunghissima. A cominciare dalla richiesta arrivata al resto dei consiglieri da parte dello stesso primo cittadino di revocare la sfiducia.

Per tentare soprattutto di risolvere il dissesto della città capoluogo, come dichiarato dallo stesso sindaco Ciampi. Sono stati 19 i consiglieri che hanno sottoscritto la sfiducia, insieme ai gruppi di Forza Italia, Si Può e Insieme Protagonisti, arrivando a 23 voti a favore.Avellino

Finisce quindi il primo governo 5 stelle della Città di Avellino e lo fa solo dopo 135 giorni, una “Anatra Zoppa” che è ha resistito fino ad oggi.

”La mia prima reazione – ha affermato Vincenzo Ciampi – è quella di ringraziare i cittadini avellinesi che mi hanno dato fiducia e la possibilità di governare la città. I cittadini hanno scelto il cambiamento che avevamo promesso e per il quale io mi sono adoperato. Mi rendo conto che con un anatra zoppa il cambiamento è difficile realizzarlo. Mi aspettato questo risultato perché è difficile cambiare il sistema se si è costretti a collaborare con questo sistema e quindi invito gli avellinesi a scegliere bene sia al primo che al secondo turno. Chiedo scusa per gli errori”.

 

Leggi anche