Avellino, domani arriva il Prof. Tarizzo a “È in crisi la Democrazia rappresentativa?”



0
avellino

“È in crisi la Democrazia rappresentativa?”, un ciclo di eventi per discutere sul tema di estrema attualità che la Cgil ha deciso di intraprendere. Domani al Godot ci sarà Davide Tarizzo

Quarto appuntamento presso il Godot Art Bistrot, Via Mazas, 13/15 Avellino,  del ciclo “E’ in crisi la Democrazia rappresentativa?” domani alle ore 18.00 con il Prof. Davide Tarizzo insegnante di Filosofia morale all’Università di Salerno e Filosofia Politica all’Università di Napoli “L’Orientale”.

Tra le sue pubblicazioni si ricordano: Introduzione a LacanLa vita, un’invenzione recente e numerose traduzioni di testi di Hannah Arendt, Gilles Deleuze, Alain Badiou e altri. Sta attualmente scrivendo un libro sulla soggettivazione politica.avellino

Spiega il perché degli eventi Franco Fiordellisi Segretario generale Cgil Avellino: “Abbiamo avvertito l’esigenza di approfondire temi importanti dell’attuale contingenza storica e sociale. Per questo sono stati pensati, incontri seminariali con l’Oss. Politico Sindacale Gaetano Vardaro, invitando degli accademici per esporre e “raccontare” le loro opinioni sulla situazione attuale ponendo la domanda “E’ in crisi la Democrazia rappresentativa?” ovvero come gli attori sociali, i movimenti, i partiti, il sindacato protagonisti della scena politico sociale italiana e non solo stanno affrontando questo tema.”

“I seminari – continua Fiordellisi – hanno l’ambizione di far emergere le contraddizioni, l’assenza di coordinate di classe propriamente dette, con la quasi totale scomparsa di qualsiasi riferimento alla “lotta di classe”, ovvero alle radici economiche delle controversie e dei conflitti politici, come anche la difficoltà, diffusa nei più, ad individuare riferimenti politici associabili a definiti e precisi ambiti sociali e produttivi. Tutto questo lo facciamo proprio mentre nella città di Avellino c’è immensa confusione in vista della prossima tornata elettorale amministrativa che si unisce alle votazioni europee e alla sopita, ma fondamentale, discussione sull’autonomia differenziata delle regioni a cui il giorno 11 aprile con la Cgil nazionale daremo un nostro contributo di idee, qui ad Avellino”.

Leggi anche