Avellino – Entella: chi risorgerà dalle ceneri?

0
Avellino, Virtus Entella

Entrambe cercano di uscire da un periodaccio: ad Avellino e Virtus Entella il pari non serve, l’unica strada per risorgere è la vittoria

L’imperativo è muovere la classifica. Avellino ed Entella devono uscire da un periodo per nulla prolifico ai fini della graduatoria di Serie B: ecco perché, nello scontro di sabato, il pareggio non serve a nessuna delle due, obbligate, almeno moralmente, a cercare i tre punti per risorgere proprio come l’araba fenice fa dalle sue ceneri.

PERIODACCIONon un bel momento sia per l’Avellino che per i liguri. Prendendo in esamina le ultime cinque gare disputate, l’Avellino ha raccolto soltanto quattro punti sui venti disponibili: troppo pochi. Se possibile, ancor peggio ha fatto la Virtus Entella, che nello stesso arco di gare, ha racimolato soltanto due punti, che sono costati la panchina a Castorina, rimpiazzato da Alfredo Aglietti. Entrambe le squadre non possono accontentarsi di un semplice pari, perché una vittoria, oltre a muovere la classifica, permetterebbe di prendere una bella boccata d’ossigeno.

PRECEDENTIBilancio, in assoluto, favorevole alla squadra chiavarese che con il record di due vittorie, tre pari ed una sola sconfitta, domina la serie di precedenti con l’Avellino. L’ultima vittoria dell’Avellino risale alla stagione 2015/2016, quando i gol del duo Castaldo-Trotta buttarono giù il reparto difensivo ligure. Nella scorsa stagione invece, in quel di Avellino, non si andò oltre il 2-2, agguantato nel finale con una gran conclusione di Federico Moretti, in quella circostanza alla prima rete stagionale, e che adesso potrebbe cercare di bissare, alla luce della nuova variante tattica proposta da mister Novellino in terreno umbro.

Avellino
Federico Moretti, sinora criticato per delle prestazioni non eccellenti, ha la possibilità di guidare la manovra dell’Avellino, con il nuovo modulo adottato da mister Novellino. Circa dieci mesi fa, fu lui a regalare il gol del 2-2 finale proprio contro la Virtus Entella. I tifosi sperano dunque che possa bissare quanto fatto nell’ultimo scontro con i liguri.

ARBITRA MINELLIDirettore di gara sarà il varesino Minelli, che dirige per la prima volta in stagione entrambe le squadre. Per utilizzare un’espressione tipica campana, i tifosi dell’Avellino, che hanno ancora negli occhi l’arbitrato di La Penna a Perugia, con memoria a lungo termine, staranno esclamando “scarta fruscio e piglia primera”: i più memori si ricorderanno infatti della discutibile prova avuta dall’arbitro Minelli in un pari tra Avellino e Livorno di qualche stagione fa, ma niente allarmismi. Cinque precedenti con la Virtus Entella, che ha raccolto, due sconfitte, due pari ed una vittoria, andando dunque in crescendo. Curiosità: uno dei pari è proprio quel 2-2 in terra irpina di cui abbiamo parlato sopra.

Possiamo dunque dire che quasi un anno dopo, i protagonisti di questa sfida sono gli stessi, anche se con alcuni interpreti diversi. Verso le 20 circa di sabato, sapremo chi tra Avellino ed Entella l’avrà spuntata.