Avellino – Virtus Entella, le probabili formazioni



0
Entella, formazioni

L’Avellino vuole proseguire la sua striscia di risultati positivi contro l’Entella. La squadra, priva di D’Angelo, si prepara a due importanti novità

CASA LUPI
Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Laverone; Lasik, Paghera, Omeonga, Belloni; Ardemagni, Verde. All: Novellino

I lupi vogliono continuare a macinare punti per risalire la china dopo la crisi di ossigeno iniziale.
Per riprendere quota Novellino vuole affidarsi alla difesa che ha concluso la gara al Rigamonti senza reti al passivo, composta da Radunovic in porta, i centrali interpretati da Jidayi-Djimsiti e sugli esterni Gonzalez e Laverone.
Convocato nuovamente Migliorini, dopo il lungo infortunio, dovrebbe partire dalla panchina.

entella
Mister Novellino nell’ultima conferenza stampa

Con la squalifica di D’Angelo, parte il ballottaggio Moretti-Omeonga, per un posto al fianco di Paghera. Dovesse giocare l’italiano, non al 100%, possibile l’ingresso del belga nella ripresa.
Belloni e Lasik sulle fasce, con il giovane Crecco possibile insidia.

La seconda novità (oltre al possibile impiego di Moretti dal 1′) è l’arrivo di Eusepi, il quale però dovrebbe partire dalla panchina per entrare a gara in corso.
Invariata, dunque, la coppia Verde – Ardemagni; Castaldo ancora out per fastidi muscolari.

CASA ENTELLA
Entella (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Baraye; Moscati, Troiano, Palermo; Tremolada; Catellani, Caputo. All: Breda

La Virtus Entella di Breda è una squadra temibile in casa, dove viaggia ad alti livelli di classifica, ma che si trasforma in trasferta, dove ha raccolto solo una vittoria esterna.

Lo sa bene Breda: “L’atteggiamento non è mai mancato alla squadra, sempre desiderosa di punti. In casa è un buon approccio, ora dobbiamo trasformarlo anche fuori casa, poiché l’aspetto da migliorare per noi sono proprio i risultati esterni.”

Importanti innesti arrivano per il mister biancoceleste dal mercato: con la partenza di Masucci e gli arrivi di Filippini e Catellani cambiano quelli che sono i meccanismi di gioco dei liguri.

Proprio il nuovo innesto Catellani potrebbe andarre a comporre la nuova coppia d’attacco Catellani-Caputo, con alle spalle l’ormai ritrovato Tremolada.

L’occhio di riguardo per i difensori biancoverdi sarà per Caputo, autore già di 12 reti in campionato, secondo solo a Pazzini del Verona (16 reti).

Leggi anche