Avellino, esclusa dal voto la lista di Damiano Genovese



0
avellino, affluenza

Dopo la notizia dell’esclusione della lista di Antonio Ziviello alle elezioni amministrative di Montella, ad Avellino la stessa sorte tocca anche a Damiano Genovese e la sua “Prima Avellino”

La ricusazione della lista “Prima Avellino” a sostegno di Damiano Genovese, consigliere comunale uscente per la Lega ed ora candidato sindaco, sembra avere come motivazione la carenza di documentazione.

Genovese aveva intrapreso una corsa solitaria per la fascia tricolore, non avendo accettato la candidatura a sindaco sotto il vessillo del Carroccio dell’avvocatessa Biancamaria D’Agostino.

Solo il Tar potrà far ritornare in partita Genovese, che altrimenti rimarrà fuori dai giochi alle prossime elezioni amministrative con la sua lista “Prima Avellino”.

Il Tribunale Amministrativo Regionale potrà confermare la ricusazione della lista e quindi far scendere a sette il numero dei candidati sindaco per la Città di Avellino: Luca Cipriano, Gianluca Festa, Amalio Santoro, Dino Preziosi, Biancamaria D’Agostino, Massimo Passaro e Ferdinando Picariello.

L’esclusione di Genovese dalla corsa alla fascia tricolore di Avellino arriva dopo quella della lista di Antonio Ziviello a Montella, dove per lo stesso motivo i candidati potrebbero scendere a due. montella

Ieri sera Ferruccio Capone, sindaco uscente e candidato consigliere della lista guidata dal suo ex vice sindaco Ziviello, dal palco della piazza di Montella ha annunciato il ricorso al Tar per quello che ha definito un errore personale.

Leggi anche:

Nusco, De Mita si ricandida a 91 anni

Leggi anche