martedì - 27 Settembre 2022
More

    Avellino, il manager Pizzuti: “In cantiere il nuovo Moscati, il pronto soccorso ed il Landolfi”

    Ultime Notizie

    Il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino illustra la sua strategia per completare l’annessione dell’ex presidio di Solofra. A due mesi dal suo mandato triennale,  delinea gli obiettivi del suo insediamento

    Il Direttore dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, Renato Pizzuti, illustra la sua strategia per completare l’annessione dell’ex presidio ASL di Solofra. A due mesi dal suo mandato triennale delinea gli obiettivi del suo insediamento.

    - Advertisement -

    Tra gli obiettivi è aperto il discorso della cessione dell’ex Ospedale di Viale Italia al Comune di Avellino. Renato Pizzuti indica le priorità immediate del suo mandato.

    In primis il potenziamento del Pronto Soccorso di Avellino, la riconversione ed il riassetto dell’ex presidio ASL Landolfi di Solofra, il protocollo per la presa in carico del paziente, e un polo dedicato alla fecondazione eterologa.

    Nel cantiere da 30 milioni per essere aperto, con  il Nuovo Moscati, e il fiore all’occhiello sarà il Reparto Oncologico ed il Polo Materno Infantile.

    Molti saranno gli adempimenti sul piano amministrativo, organizzativo e funzionale, ma saranno altresi necessari per integrare il Landolfi al Moscati.avellino, Moscati, ictus, pratola serra

    Il Piano di Edilizia Sanitaria della Campania vedrà il suo primo cantiere a Solofra. Appena saranno accreditati i fondi, in due anni il Landolfi sarà integrato con gli standard della Città Ospedaliera. E svilupperà i servizi del Pronto Soccorso, potendo servire anche altre aree territoriali, alleggerendo il carico su quello di Avellino.

    Altro obiettivo riguarda l’ASL di Avellino, che sarà collocata presso il Maffucci di via Pennini. Scelta fatta su questo plesso perché meno costosa in termini finanziari e con tempistiche meno lunghe nei lavori per la riqualificazione degli ambienti, rispetto all’ex Moscati di viale Italia.

    IInclusi nei fondi, anche l’acquisto e la sostituzione di grandi attrezzature, infatti si tratterà di fornire all’eccellenza delle specialità per migliorare gli strumenti che caratterizzano il Moscati. Per diventare e auspicare con i giusti strumenti ad una struttura all’avanguardia.

    Tra i progetti, è inserita anche la costruzione di una Sala Ibrida, una nuova dotazione per il Moscati di Avellino, e molto rara negli Ospedali italiani.

    L’utilizzo classico di una Sala Ibrida e’ quando il paziente arriva direttamente in sala operatoria senza passare per un laboratorio di analisi o una sede diagnostica. Sara’ utile e preziosa per affrontare traumi gravissimi. 

    Latest Posts

    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img